Zegna-Investindustrial, fusione da 3,2 mld di dollari e quotazione in Borsa NY. Gildo Zegna con Andrea Bonomi ma non per un polo del lusso

Boutique Ermenegildo Zegna a Londra
Boutique Ermenegildo Zegna a Londra
- Pubblicità -

Il gruppo Ermenegildo Zegna (fonte PrimaOnline) si quoterà alla Borsa di New York attraverso una business combination con Investindustrial di Andrea Bonomi. La familia Zegna manterrà il  controllo con  una  partecipazione di  circa 62% e l’entità risultante dalla fusione avrà un enterprise value iniziale atteso di 3,2 miliardi di dollari.

‘E’ un progetto industriale, vogliamo controllare la supply chain, non vogliamo essere un polo del lusso”. Lo ha sottolineato Gildo Zegna, ad di Zegna Group, che sarà presidente e ceo nella società che nascerà dall’approdo a Wall Street tramite la Spac Investindustrial Acquisition Corp. Quest’ultima avrà l’11% del capitale, la famiglia Zegna il 62% e il restante 27% sarà flottante. Abbiamo una strategia molto chiara, la prima crescita sarà organica”, ha spiegato l’imprenditore, alla richiesta di come verranno usate le risorse della quotazione, se anche per M&A, e precisando che “Ci focalizzeremo nell’abbigliamento uomo non sulla donna”.

“Stiamo pensando anche ad acquisizioni”, ha detto. “La nostra politica è di continuare a guardare a specialità nel tessile italiano per proteggere il know how e trarne beneficio”. “Thom Browne è stato  un esempio ma se arriva un’altra opportunità dovrà essere in linea con la nostra cultura e deve poter essere integrata nella nostra struttura”, ha ripreso Gildo Zegna. “Al momento non abbiamo nulla di concreto anche se abbiamo molti dossier sul tavolo. Se mai decideremo di fare un’acquisizione deve essere un altro Thom Browne”, ha indicato riferendosi al marchio Usa comprato dal gruppo italiano tre anni fa. Interpellato sulle prospettive del gruppo post covid il numero uno di Zegna Group ha risposto sicuro: “Vedo un 2022 positivo”.

Quanto alla governance “sarà rafforzata” con l’ingresso in Cda  di Sergio Ermotti, Andrea Bonomi, Valerie Mars, Angelica Cheung. Ci saranno inoltre Andrea Norsa, Domenico De Sole, Henry Peter, Ronald Johnson. Tre gli esponenti della famiglia: “Paolo e Anna Zegna oltre a me”, ha dichiarato Gildo definendo, su questa operazione “La famiglia unita in tutte le generazioni non solo la mia ma anche figli e nipoti”.

-Pubblicità-