Coronavirus in Veneto, Zaia annuncia restrizioni: “contagi crescono perché li cerchiamo, curare casi lievi da casa”

restrizioni
- Pubblicità -

Restrizioni in arrivo in Veneto, lo annuncia il presidente Zaia.

“I contagi in Veneto crescono perché andiamo a cercarli” ha detto Luca  Zaia nella conferenza stampa di oggi giovedì 22 ottobre in cui ha tra l’altro annunciato nuove restrizioni entro lunedì 26 e che incontrerà il governo per il contact tracing (verrà finalmente risolta la questione Immuni?). Le restrizioni andranno nell’ottica di evitare gli assembramenti e continuare ad usare la mascherina.

“Durante il periodo Covid abbiamo sempre avuto sui 200 posti extra Covid – ha aggiunto -. Le 1000 terapie intensive sono reali”. “Resto convinto – ha detto poi Zaia – che uno laureato in Medicina debba andare a fare il medico senza aspettare la specializzazione. Spero – ha aggiunto – che si arrivi a poter somministrare le cure a domicilio. Sarebbe un errore ospedalizzare tutti i sintomatici lievi”. “Non è credibile pensare che i nuovi contagi si siano presi il virus tutti in spiaggia” ha aggiunto rispondendo a una domanda sui tamponi e sul contact tracing. “Gli Stati Uniti hanno addirittura rinunciato al contact tracing, l’influenza stagionale è un coronavirus e non è che si prenda in estate, c’è un vaccino.

Sei arrivato fin qui?

Se sei qui è chiaro che apprezzi il nostro giornalismo, che, però, richiede tempo e denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per la stampa indipendente ma puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per darti moltissime notizie gratis e solo alcune a pagamento. Se vuoi continuare a leggere in futuro i nostri articoli e ad accedere per un anno a tutti i contenuti PREMIUM, al nostro archivio web e cartaceo, alle Newsletter online e a molte iniziative in esclusiva per te puoi farlo al prezzo di un caffè, una birra o una pizza al mese.

Clicca qui e diventa Partner, Amico o Sostenitore

Grazie, Giovanni Coviello

Opzioni ViPiù Freedom Club

 

 

 

-Pubblicità-
Tommaso De Beni
Giornalista pubblicista dal 2020 nato nel Basso Vicentino nel 1987, laureato in Teoria e critica letteraria. Ex presidente dell'associazione culturale e redattore della rivista "ConAltriMezzi". Ho pubblicato racconti nelle raccolte "Write not die" ed "Escape" e poesie in siti vari e "Pagine". Ospite della trasmissione televisiva "MattinaInFamiglia" nel 2013. Ex collaboratore di PopcornTv, Notizie.it, BlastingNews e Vvox