Violenza al Mercato Nuovo, Colombara (QaC) attacca Rucco “si fa i selfie” e Giovine “vuole andare a Venezia”

Colombara
- Pubblicità -

“Mai viste scene così violente nella nostra città: a pensare anche solo a qualche anno fa sembra un’altra Vicenza!”. Inizia così la nota del consigliere comunale di opposizione di Vicenza Raffaele Colombara (QaC) in cui commenta l’aggressione subita da un 73enne nel parcheggio del Mercato Nuovo a Vicenza. L’uomo ha notato due giovani litigare e si è avvicinato temendo che il 25enne potesse mettere le mani addosso alla sua ragazza. E così le ha prese lui.

“Certo, serve che questa gente sia condannata e sconti la sua pena – prosegue Colombara -.Certo servono maggiori dotazioni e risorse per le forze dell’ordine. Per questo ci siamo sempre battuti. Ma è chiaro che senza un diverso approccio alla questione le cose non
andranno che in peggio. E qui purtroppo si manifesta il limite di chi ha responsabilità a livello
centrale, ma anche locale. Per carità di patria non parliamo di chi, avendo la responsabilità di
amministrare, ha dimostrato di non avere capacità, volontà, progetti e strumenti culturali per affrontare questa deriva, se non con slogan che alla prova dei fatti si sono dimostrati non solo inutili, ma controproducenti. È questo il modello Vicenza che qualche assessore vuole portare a Venezia?” attacca Colombara riferendosi a Silvio Giovine candidato alle Regionali”.

“Il Sindaco che quando era in opposizione si stracciava le vesti per situazioni ben meno gravi di ciò che succede ora, che sta facendo? I selfie…Vicenza merita di più” conclude Colombara.

-Pubblicità-
Tommaso De Beni
Giornalista pubblicista dal 2020 nato nel Basso Vicentino nel 1987, laureato in Teoria e critica letteraria. Ex presidente dell'associazione culturale e redattore della rivista "ConAltriMezzi". Ho pubblicato racconti nelle raccolte "Write not die" ed "Escape" e poesie in siti vari e "Pagine". Ospite della trasmissione televisiva "MattinaInFamiglia" nel 2013. Ex collaboratore di PopcornTv, Notizie.it, BlastingNews e Vvox