Vicenza, terzo consiglio comunale oggi 27 settembre in diretta streaming dalle 17. Al voto il bilancio consolidato dell’ultimo Variati

- Pubblicità -

Consiglio comunale oggi giovedì 27 settembre dalle ore 17 in Municipio Palazzo Trissino, Corso Palladio 98, aperto al pubblico, ingresso da piazza dei Signori. E’ possibile seguire i lavori in diretta streaming. Si tratta del terzo consiglio dalle elezioni del nuovo sindaco e dei 32 nuovi consiglieri comunali. Elezioni che hanno dato la maggioranza a destra più Lega, con liste civiche di supporto, composta da 20 consiglieri, e da 12 consiglieri di centrosinistra all’opposizione. Il primo partito è quello della Lega, il secondo del “Pd Otello Dalla Rosa Sindaco” con sette consiglieri.

 


Si riprende dunque l’attività in aula consiliare dopo i primi due consigli: il primo a giugno della durata di 3 ore e mezzo, il secondo il 24 luglio della durata di 10 ore e mezzo, dalle 15 alle 0,30 della notte. In quella maratona consiliare erano stati presentati dall’opposizione una sessantina di ordini del giorno in merito alle linee programmatiche del sindaco, di cui alcuni approvati, altri respinti ed altri ancora non votati.

Otto sono gli oggetti in trattazione in consiglio oggi, tra i quali spiccano il Bilancio consolidato del Comune del 2017, l’ultimo del sindaco Variati. Comunicazioni della giunta su utilizzo di fondo di riserva, permessi di costruire per Autofficina Fambelli, nomina di consiglieri per elenchi giudici popolari, convenzione per l’affido famigliare dei minori.

L’elenco delle interrogazioni ed interpellanze, allegato alla convocazione del consiglio e presentate sia dai consiglieri dei gruppi di opposizione sia di maggioranza, è già lungo: 41 in totale, dalla prima di Rolando sul piano asfaltatura strade, all’ultima del consigliere capogruppo della Lega Pellizzari sugli incarichi di progettazione e lavori di IEG Fiera di Vicenza. Per la prima volta dell’era Rucco prenderanno la parola dai banchi della giunta, presumibilmente, per rispondere alle interrogazioni previste all’inizio dei lavori, i nuovi assessori, oltre al veterano Cicero. C’è inoltre da considerare le domande d’attualità presentate dopo la convocazione del consiglio e che non compaiono in elenco.

Curiosità. Il cosiddetto gettone di presenza per i consiglieri presenti è, per il capoluogo vicentino, di circa 30 euro lordi, il più basso tra tutte le città capoluogo di provincia italiane con popolazione superiore ai 100mila abitanti. Vicenza registra 113 mila abitanti, con in più i 13/15mila residenti delle due basi militari Usa. 

-Pubblicità-