Vi.Abilità S.r.l.: nel 2020 investimenti su strade e ponti per oltre 16 milioni di euro nonostante il fermo-cantieri imposto dal Covid-19

Santini_Rucco_Dellai_Zeni
Santini_Rucco_Dellai_Zeni
- Pubblicità -

Il bilancio 2020 di Vi.Abilità Srl si chiude con un utile di esercizio pari a 55mila euro e soprattutto con un lungo elenco di interventi realizzati e in realizzazione su strade e ponti per un valore di produzione che supera i 16 milioni di euro.

A presentarlo questa mattina, nella sede della Provincia, il presidente della Provincia Francesco Rucco accompagnato dal consigliere provinciale con delega alla viabilità Giorgio Santini e il presidente di Vi.Abilità Magda Dellai con il direttore generale della società Fabio Zeni.

“La viabilità è una delle competenze più importanti della Provincia -ha esordito Rucco- e grazie a Vi.Abilità riusciamo a gestirla in maniera efficace e tempestiva. Lo dico da presidente ma anche da utente, la rete viaria vicentina è costantemente monitorata e manutentata e i risultati si vedono. Attualmente la Provincia detiene il 95% delle quote della società, ma stiamo trattando con Veneto Strade per la cessione del 5% mancante, in maniera tale da ottenerne la completa proprietà.”

Parole di elogio anche dal consigliere Santini. “Contemperiamo attività ordinaria e interventi straordinari -ha commentato- ponendo attenzione anche e soprattutto alla sicurezza. In passato abbiamo sofferto l’incertezza sul futuro delle Province e la carenza di fondi, ma adesso il bilancio ci permette investimenti importanti. Sui ponti, in particolare, facciamo scuola a livello nazionale, con manutenzioni e ricostruzioni che stanno interessando l’intero territorio provinciale. E riusciamo anche a contribuire ad opere di competenza comunale che i Comuni con fondi propri faticherebbero a realizzare, dando respiro all’intera rete viaria territoriale.”

Vi.Abilità è una società sana, che gestisce 1240 km di strade provinciali e oltre 460 tra ponti e viadotti. “Nel 2020 -ha sottolineato la presidente Dellai- abbiamo realizzato sul territorio 16 milioni di euro tra lavori e progetti. Una cifra importante, se consideriamo che da marzo a maggio i cantieri sono stati bloccati dal Covid. Nonostante questo, la struttura ha tenuto, reagendo ai cambiamenti in modo proattivo ed efficace, grazie anche alla professionalità e alle capacità dei tecnici, del personale amministrativo e di tutto il personale dislocato nei diversi centri del territorio provinciale. Dettaglio non da poco, tutti gli stati avanzamento lavori sono stati liquidati alle imprese, incluse le imprese locali impegnate nelle attività di manutenzione, rispettando i termini di pagamento, a ulteriore prova dell’impegno e della correttezza nei confronti dei lavoratori, specialmente in un periodo di enorme incertezza.”

A scendere nel dettaglio delle voci è stato il direttore generale Fabio Zeni, riportando le più significative.

Nel 2020 ci sono state asfaltature per 5.740.000 euro. La manutenzione ordinaria sulle strade ha richiesto 420.000 euro, quella sui ponti 1.270.000 euro.

Quasi mezzo milione è stato speso per la manutenzione del verde, tra sfalci e potature, mentre i servizi invernali antighiaccio hanno richiesto 1,5 milioni di euro.

Sono stati consolidati i versanti a seguito di frane e dissesti per 740.000 euro e ulteriori 200.000 euro si sono spesi per interventi di somma urgenza conseguenti a maltempo. Sono stati adeguati i dispositivi di ritenuta stradalie per 940.000 euro ed è stata rifatta la segnaletica orizzontale per 365.000 euro.

Il settore tecnico di Vi.abilità svolge inoltre attività di supporto per quanto riguarda la progettazione e direzione lavori per interventi su edifici scolastici superiori di proprietà della Provincia di Vicenza. Gli impegni più significativi del 2020 hanno riguardato l’ampliamento del polo universitario di viale Margherita, l’ampliamento del liceo Corradini di Thiene, la nuova palestra a servizio del Campus di Schio, l’ampliamento dell’istituto “A. Parolini” di Bassano del Grappa.

Se si considera il valore complessivo delle opere che la società lavora contemporaneamente, contando progettazioni, interventi e direzione lavori, l’importo è stimabile in 70.000.000 di euro. Naturalmente l’impatto finanziario viene distribuito su più anni, tenuto conto dei tempi necessari per la realizzazione delle opere pubbliche.

Analisi del bilancio 2020

Il conto economico 2020 si chiude con un utile di esercizio di € 55.104.

Il valore della produzione è stato di € 16.017.932 in leggera flessione rispetto al 2019 a causa del fermo cantieri dovuto al Covid-19.

Le voci principali di ricavo provengono da opere e progettazioni (13.357.061,45 euro) e dai pedaggi del tunnel (2.318.954 euro).

I costi registrati sono stati di € 15.960.081 e si riferiscono ad acquisto di beni e materiali e realizzazione lavori per € 5.687.448 (manutenzione programmata, avanzamento lavori delle opere, acquisto segnaletica stradale e sale per trattamenti invernali); acquisto di servizi per € 451.650 (utenze, manutenzione fabbricati e attrezzatura, pulizia e guardiania); personale per euro 3.345.349; servizi di terzi per € 4.618.634 (spese tecniche progettazione, servizi invernali, sfalcio erba, lavori manutenzione ordinaria).

L’organico conta 79 dipendenti (invariati rispetto all’anno precedente). E’ però prevista l’assunzione a tempo pieno di 10 dipendenti distribuiti nelle varie categorie di servizio. Nuovi arrivi che saranno fondamentali per far fronte al prevedibile aumento di lavoro legato ai fondi del Recovery Fund.

Dall’analisi del bilancio emerge che l’azienda presenta una struttura finanziaria solida, in grado di far fronte con le entrate correnti alle uscite correnti e alle esigenze di investimento, cioè è capace di soddisfare il proprio fabbisogno finanziario senza compromettere il proprio equilibrio economico.

-Pubblicità-