Variazione di bilancio del comune di Vicenza, oltre 1 milione di euro per ripartire

- Pubblicità -

La ripartenza post Covid passa anche dalla significativa variazione di bilancio decisa dalla giunta per dare impulso ad alcuni importanti progetti.

Sblocchiamo 1 milione e duecento mila euro dal fondo di riserva e dall’avanzo di amministrazione – annuncia l’assessore al bilancio Marco Zocca – per una serie di iniziative che riteniamo strategiche, a cui aggiungiamo 1 milione e 100 mila euro di finanziamenti provenienti dallo Stato. A breve, inoltre, decideremo come destinare i 903 mila euro che sono ancora disponibili nel Fondo di solidarietà per il Covid”.

Prima beneficiaria della manovra di giugno è la cultura, con 350 mila euro di contributo straordinario una tantum alla Fondazione teatro comunale di Vicenza per l’organizzazione della grande mostra sul Rinascimento che aprirà a dicembre in Basilica palladiana: “E’ un grande sogno che si sta avverando – commenta l’assessore alla cultura Simona Siotto – grazie alla collaborazione di tutti. Il Comune fa la sua parte con questo stanziamento, ma il fermento di un territorio che vuole ripartire si sta già traducendo in sponsorizzazioni significative che andranno ad aggiungersi al rischio d’impresa della società Civita, partner del grande evento”.

Analogo fermento l’assessore al turismo e alle attività produttive Silvio Giovine intende intercettare cominciando fin da subito a lavorare alla programmazione del Natale, grazie ai 190 mila euro destinati dalla variazione a luci, pista di ghiaccio e altri eventi: “Il brand Vicenza – commenta Silvio Giovine – è in ascesa e poter programmare le iniziative per tempo e in sinergia con le realtà del territorio in questa stagione di ripartenza è la strategia vincente per valorizzare l’attrattività della nostra città”.

Alla voce cultura fanno capo inoltre anche i primi 60 mila euro destinati nella variazione di bilancio a Palazzo Thiene: serviranno alle pulizie e al mantenimento dell’edificio fino a fine anno, con l’obiettivo di iniziare ad aprire le porte alla città fin da settembre.

Pari a circa 300 mila euro sono invece i fondi destinati ad interventi che fanno capo all’assessorato alle infrastrutture e al verde pubblico: “Con questi nuovi stanziamenti – dichiara l’assessore Mattia Ierardi – sistemiamo una serie “incompiute” che risalgono anche ad un decennio fa, dai giunti ammalorati al muro sfondato in viale del Risorgimento, su cui contiamo di raggiungere presto un accordo con i privati, fino allo scolo delle acque e alla pavimentazione di via Cialdini. Interveniamo inoltre in alcune aree verdi, come al Parco Fornaci, dove sistemiamo i percorsi pedonali e trasformiamo il campo da bocce in area da minibasket e la fontana a gradoni in libera palestra. In via Istria installiamo nuovi giochi accessibili, rifacciamo i bagni in altri parchi. E’ in arrivo infine la sistemazione della recinzione di Santa Corona, in accordo con la curia ad oggi proprietaria del giardino”.

Un segno di attenzione all’ambiente deriva dalla decisione di avviare la conversione dell’obsoleto parco auto comunali in mezzi ibridi presi in affitto, a partire da tre Jeep per la polizia locale e otto Panda per gli altri servizi.

Sul fronte del riuso degli immobili, prende forma l’importante operazione promossa dall’assessore al patrimonio Roberta Albiero per destinare il palazzo ex Aci di piazzetta San Biagio all’università: “La variazione di bilancio – evidenzia Roberta Albiero – registra i 275 mila euro stanziati dal Comune per i lavori al tetto e agli infissi dell’edificio e i 326 mila euro con cui la Fondazione Studi Universitari contribuisce al rifacimento degli impianti e alle opere di sistemazione interne”.

Provengono da fondi statali 460 mila euro che entrano nelle casse comunali per contributi post Covid (per buoni pasto, sostegno degli affitti e agevolazioni della tariffa rifiuti) e 570 mila euro che saranno girati all’azienda di trasporto pubblico Svt per far fronte a minori entrate registrate durante la pandemia.

Nella manovra compare infine per la prima volta anche il capitolo “Nuova biblioteca Bertoliana – 1° e 2° stralcio funzionale” a cui vengono assegnati i 2.257.250 euro già destinati a questo scopo dall’amministrazione.

 

-Pubblicità-