Terrestri d’estate, Scampoli con Massimiliano Civica

- Pubblicità -

È uno dei maggiori registi, insegnanti e studiosi teatrali italiani, tre volte Premio Ubu per la Miglior Regia (nel 2008 per “Il mercante di Venezia”, nel 2012 per “Alcesti” e nel 2017 per “Un quaderno per l’inverno”); dal 2007 al 2010 è stato il più giovane direttore artistico d’Italia, presso il Teatro della Tosse di Genova, dove ha tra l’altro sviluppato il progetto “Facciamo insieme teatro” che gli è valso il Premio Nuove Creatività dell’ETI – Ente Teatrale Italiano nel 2010. Già Premio Lo Straniero e Premio Hystrio nel 2007, Massimiliano Civica è un nome importante della scena nazionale che, per la prima volta, sta per essere ospitato da La Piccionaia al Teatro Astra. L’appuntamento è per venerdì 24 luglio (ore 21.30) nel Giardino estivo di Contrà Barche 53, con “Scampoli”, di cui Civica è autore e interprete: una conversazione sul teatro attraverso curiosità, aneddoti ed episodi della propria vita e di quella dei personaggi – “da Robert Mitchum ad Andrea Camilleri, come recita il sottotitolo – che, direttamente o indirettamente, l’hanno influenzata.

L’evento fa parte del programma di “Terrestri d’estate”, il festival di teatro urbano de La Piccionaia dedicato quest’anno a tutti quegli artisti visionari, esploratori, ricercatori e generatori di bellezza legati in vario modo al nostro territorio – da Giorgione a Pigafetta, da Shakespeare a Palladio – e che ora fa tappa nel teatro, nel cinema e nella letteratura del Novecento. Il programma è realizzato per il Comune di Vicenza e AIM Gruppo con Biblioteca Civica Bertoliana e con il contributo del Ministero per i Beni e le attività culturali, in rete con Pigafetta500, Illustri, ALDA European Association for Local Democracy e Festival Vettore Utopia, con il sostegno di Centro Veneto Bassano Banca e la partnership tecnica di Panda Print, Tipografia Unione, Studio Mama e Manaly Stand Eventi, all’interno del cartellone estivo del Comune di Vicenza “Viaggio in città”.

Prodotto dal Teatro Metastasio di Prato, dove ha debuttato lo scorso anno, lo spettacolo vede in scena Civica, equidistante tra palco e spettatori, raccontare appunti ed insegnamenti dalle vite di alcuni “uomini di spettacolo” come Robert Mitchum, Roberto Rossellini, Jerry Lewis, Emanuele Luzzati, Andrea Camilleri.

“Sarà una serata a metà strada tra una crestomanzia di detti memorabili e il ‘Forse non tutti sanno che…’ della Settimana Enigmistica – spiega Massimiliano Civica -per tentare di tracciare il ritratto dei nostri artisti ideali, modelli forse irraggiungibili ma, proprio per questo, esemplari”.

Formatosi allo storico Odin Teatret di Eugenio Barba, Civica ha collaborato con la cattedra di Metodologia della Critica dello Spettacolo dell’Università La Sapienza di Roma e con quella di Regia presso l’Accademia di Belle Arti di Genova; dal 2013 tiene il corso di alta specializzazione in recitazione presso l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio d’Amico e dal gennaio 2018 è consulente artistico alla direzione del Teatro Metastasio di Prato. Il successo del suo lavoro è accreditato tanto dal pubblico quanto dalla critica.

“SCAMPOLI” è un appuntamento da non perdere per chi ama il teatro e le sue storie. Un mosaico di vite d’artista con cui Civica propone una riflessione sul senso profondo del teatro, a partire non dallo spettacolo in sé ma dalla sua relazione con la vita e le esperienze dei suoi protagonisti. A partire da questo punto di vista originale, il monologo attraversa temi come l’arte e il limite, l’empatia e l’immedesimazione, la finzione e l’inganno dei quali spettatore e autore sono consapevoli in una tacita complicità; tutto attraverso il racconto di incontri, diretti o indiretti: dalle lezioni tenute da Camilleri alla Silvio d’Amico negli anni della sua formazione, passando per Amleto, Solone, Dante, Peter Brook, Totò, e molti altri ancora.

In caso di maltempo lo spettacolo si svolgerà all’interno del Teatro Astra.
L’evento si svolgerà in sicurezza e nel rispetto della normativa anti-covid.

“Terrestri d’estate 2020” è la 3edizione di un progetto che unisce teatro, arti visive, performance, itinerari, laboratori e giochi. Venti giorni di spettacolo, dedicate alla diffusione dell’arte in tutte le sue forme; un programma in 3 sezioni – famiglie, silent play, teatro, a cui si aggiunge InChiostro, l’iniziativa della Biblioteca Civica Bertoliana quest’anno realizzata in collaborazione con La Piccionaia – che si rivolge a tutte le età e che quest’anno vuole essere un invito a prendere esempio da chi ha saputo vedere la bellezza senza perdere mai la voglia di osservare, scoprire, preservare e custodire, nella convinzione che l’esperienza del bello ci apre all’altro e ci dice qualcosa su noi stessi.

Il programma dettagliato è scaricabile dal sito www.teatroastra.it

Biglietti: 8 euro (acquisto in prevendita); 10 euro (acquisto la sera dello spettacolo); 20 euro (card estate 3 ingressi).

Si raccomanda l’acquisto in prevendita sul suto www.teatroastra.it (con bonifico bancario) e presso l’Ufficio del Teatro Astra (senza diritti di prevendita); tramite circuito Vivaticket dal sito www.teatroastra.it (con diritti di prevendita).

Informazioni e prevendite: Ufficio Teatro Astra, Contrà Barche 55 – Vicenza; telefono 0444 323725, [email protected]www.teatroastra.it.

-Pubblicità-