Spettacoli Classici, incontri di approfondimenti in biblioteca Bertoliana

- Pubblicità -

È stato annunciato, nell’ambito del 74° Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico di Vicenza, direzione artistica di Giancarlo Marinelli, il rinnovo della collaborazione con la Biblioteca Civica Bertoliana, dopo la felice esperienza della passata edizione. L’importante istituzione culturale che ha nella sua missione l’essere polo di formazione culturale, ma anche di conservazione, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale della Città e del territorio, entra a far parte del Tavolo Olimpico, a cui partecipano l’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza, l’Accademia Olimpica e la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza che dal 2012 è stata incaricata di organizzare il Ciclo dei Classici; si tratta di un tavolo tecnico che si riunisce regolarmente, istituito per lo studio e la programmazione del Ciclo dei Classici all’Olimpico, coordinato dal Direttore Artistico Giancarlo Marinelli.

“Questa amministrazione comunale ha da sempre cercato di valorizzare il Ciclo di spettacoli classici che consideriamo un’occasione unica. Grazie a questo evento, infatti, la città può trasmettere contenuti e messaggi culturali di alto livello e può offrire nel contempo un’occasione di confronto su temi attuali – dichiara l’assessore alla cultura del Comune di Vicenza, Simona Siotto. – In questo contesto la partecipazione della Biblioteca Bertoliana all’edizione 2021 è significativa poiché una delle istituzioni culturali più importanti della città ospiterà incontri letterari che faranno da corollario agli spettacoli in rassegna approfondendo temi di interesse comune”.

“I libri sono amici e alleati, possono fare da congiunzione con molti dei nostri stati d’animo. Spesso sono vere e proprie carezze – prosegue la Presidente della Biblioteca Civica Bertoliana, Chiara Visentin. – E mai come quest’anno il Ciclo dei Classici ci metterà di fronte alla potenzialità etica delle emozioni. È quindi un motivo di grande orgoglio far parte del tavolo tecnico per lo studio della programmazione di questa prestigiosa rassegna. Il nostro impegno sarà appassionato, per condividere con il Ciclo dei Classici, con la Città e con il territorio, il notevole patrimonio culturale presente nella nostra istituzione, interagendo con gli appuntamenti della scena olimpica: lo scrigno del sapere conservato in Bertoliana è a completa disposizione dei Classici”.

“Sono molto felice della prosecuzione della collaborazione con la Biblioteca Bertoliana, in una logica di inclusione delle eccellenze culturali della Città, a cui il Ciclo dei Classici si è sempre dedicato. Gli spettacoli devono essere il punto di partenza di un dibattito critico per sviscerare aspetti legati alla classicità, ma utilissimi per un’interpretazione della realtà in cui viviamo” conclude il Direttore Artistico dei Classici all’Olimpico, Giancarlo Marinelli.

Gli Incontri, realizzati in collaborazione con la Biblioteca Bertoliana, annunciati durante la presentazione della 74° edizione dei Classici un mese fa, si svolgeranno tutti a Palazzo Cordellina, in contra’ Riale a Vicenza.

Si tratta di una serie di appuntamenti pensati per introdurre e approfondire i temi degli spettacoli che vedrà protagonisti autori, interpreti, e registi teatrali, presentati dai giornalisti del Giornale di Vicenza.

Gli Incontri – aperti al pubblico con prenotazione obbligatoria – inizieranno sempre alle ore 17.00. I nomi degli ospiti sono quelli di Cristina Battocletti, scrittrice e giornalista de Il Sole24Ore, a presentare il suo nuovo libro Giorgio Strehler. Il ragazzo di Trieste. Vita, morte e miracoli (La Nave di Teseo) venerdì 1 ottobre con Ivana Monti, moderate da Stefano Girlanda. Nella sua ultima fatica editoriale Battocletti narra la leggenda di un personaggio iconico, uno dei più grandi registi del Novecento, fondatore del Piccolo Teatro di Milano assieme a Paolo Grassi nel primo dopoguerra. Luci e ombre, vittorie e sconfitte, dal palcoscenico alle battaglie politiche, le intense passioni artistiche e sentimentali, vicende spesso sconosciute, narrate attraverso un racconto fotografico inedito e la voce di chi gli è stato più vicino, da Riccardo Muti a Ornella Vanoni, da Massimo Ranieri a Ottavia Piccolo, da Paolo Rossi a Milva.

Sabato 9 ottobre, sempre alle 17.00, a discutere degli aspetti più reconditi di Fedra (spettacolo in scena al Teatro Olimpico l’8, il 9 e il 10 ottobre nel nuovo allestimento di Giuseppe Miale di Mauro con Anna Bonaiuto nel ruolo della tragica eroina), dell’amore malato e del rapporto tra psicanalisi e mito, sarà la psicologa e scrittrice Vera Slepoj, con il regista dello spettacolo e il drammaturgo Francesco Niccolini, moderati da Nicoletta Martelletto.

Sabato 16 ottobre alle 17.00 parlerà invece dei Classici Contro e delle varie interpretazioni della Nemesi, in una sorta di “backstage” dell’evoluzione del mito Alberto Camerotto, docente di lingua e letteratura greca all’Università Ca’ Foscari di Venezia, esperto di strategie della narrazione del mito, introdotto da Lino Zonin.

In occasione dello spettacolo conclusivo del Ciclo dei Classici Disco Inferno, Viaggio all’inferno di un’attrice e un dj con Lucilla Giagnoni e Alessio Bertallot e delle celebrazioni per il 700simo anniversario della morte di Dante, lo scrittore e critico letterario vicentino Marco Cavalli presenterà giovedì 21 ottobre alle 17.00 a Palazzo Cordellina il suo Dante Clandestino (Manuzio Società Editrice), dialogando con Lorenzo Parolin, moderati da Antonio Stefani. Il libro è un invito alla scoperta del Dante scrittore, tralasciando la fissità dell’icona tramandata da generazioni di austeri dantisti, facendo luce sull’intellettuale che scelse il volgare come lingua nazionale, raccontando con humour la personalità di un uomo del XIV secolo che non rinunciò alle sue contraddizioni, né a certi guizzi di sottile e divertita comicità.

Per partecipare agli Incontri di Palazzo Cordellina è necessario prenotarsi online su [email protected] (oppure telefonando ai numeri 0444 578211/578203) indicando nome e cognome, mail e numero di telefono; la partecipazione è prevista fino ad esaurimento dei posti disponibili.

La 74esima edizione del Ciclo di Spettacoli Classici al Teatro Olimpico, direzione artistica di Giancarlo Marinelli, è promossa dal Comune di Vicenza, Assessorato alla Cultura, in collaborazione con la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza e l’Accademia Olimpica; è realizzata con il sostegno della Regione del Veneto, Gruppo AGSM-AIM SpA e Banca delle Terre Venete Credito Cooperativo; si avvale delle collaborazioni di Biblioteca civica Bertoliana, Arteven Circuito Regionale Multidisciplinare, La Milanesiana, Teatro Nazionale della Toscana “Porta d’Europa”.

Le vendite dei biglietti per gli spettacoli al Teatro Olimpico proseguono sul sito www.classiciolimpicovicenza.it; per alcuni appuntamenti ne restano pochissimi.

-Pubblicità-