Smart working, Brunetta (FI): “la sua regolazione sarà all’ordine del giorno in nuova contrattazione”

Renato Brunetta
Renato Brunetta
- Pubblicità -

“Lo smart working è stato certamente fondamentale durante la fase acuta della pandemia e ha segnato un cambiamento culturale da cui bisogna trarre tutte le conseguenti analisi”. A dirlo in una nota il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta (Forza Italia), in merito al lavoro agile nelle Pa. “Ora occorre ricondurlo ad essere uno degli strumenti di organizzazione del lavoro delle singole amministrazioni, strettamente connesso al livello di qualità dei servizi da fornire a cittadini e imprese. Sarà un punto all’ordine del giorno della nuova contrattazione, per quanto riguarda la regolazione”, aggiunge Brunetta.

“Un tema su cui le parti sociali pubbliche e private sono chiamate a riflettere. Il fenomeno va studiato a fondo e servono grandissimi investimenti dal punto di vista progettuale, di relazioni sindacali, regolativi, infrastrutturali e di intelligenza sociale anche alla luce della sfida della transizione digitale che l’Europa ci chiama a raccogliere”, conclude il ministro veneziano.

Fonte Public Policy

-Pubblicità-