Scuole riaprono il 14 settembre. Ministro Azzolina: “escludo nuovi lockdown”. E sfida Salvini in tv che l’aveva “bocciata”

Lucia Azzolina e la politica della scuola
Lucia Azzolina e la politica della scuola
- Pubblicità -

Le scuole riapriranno regolarmente il 14 settembre 2020. Lo annuncia il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina in un’intervista all’Huffington Post aggiungendo: “sono donna, sono un ministro dei 5 stelle, sono giovane, c’è l’idea che noi M5s siamo incompetenti, anche se io ho due lauree, l’abilitazione all’insegnamento, specializzazioni. Adesso, anche basta. In realtà, la scuola viene usata per prendere consenso elettorale e se restiamo così non cambierà mai nulla. E invece è una cosa serissima“.

“Non ci sarà più un lockdown generalizzato come quello che c’è stato – assicura Azzolina – siamo molto più pronti. Nelle linee guida riportiamo quel che il ministero della Salute ha detto si deve fare se si dovessero verificare contagi nelle scuole. Ci vuole senso di responsabilità da parte di tutti, a partire dalla misurazione della temperatura a casa. Se un bambino ha 37,5 non lo mettiamo sugli autobus, non lo facciamo uscire da casa, non mettiamo in pericolo gli altri. Prevenzione e precauzione“.

“Nel decreto Rilancio – aggiunge – c’è un’enorme novità sfuggita quasi a tutti: sulle classi più numerose possiamo iniziare, compatibilmente con gli spazi, a derogare. Non possiamo eliminare le classi pollaio in un mese e mezzo, ma è l’inizio di un processo. Quando arriveranno i soldi del Recovery Fund li utilizzeremo anche per questo obiettivo: edilizia scolastica, meno alunni per classe e innovazione didattica, come ci chiedono gli studenti”.

Sul tema scuola, come riporta l’Ansa, era intervenuto anche il leader della Lega Matteo Salvini: “nessuna certezza per insegnanti e maestre, presidi e sindaci, studenti e famiglie. Siamo a metà luglio e non si sa nulla: non è possibile avere un ministro così incapace! Azzolina bocciata!“.

Il ministro lo sfida in tv: “sono pronta ad un confronto televisivo con Salvini sulla scuola“.

-Pubblicità-
Edoardo Andrein
Dal 2013 redattore web, inviato e articolista di cronaca, politica e sport per VicenzaPiu.com e VicenzaPiu.Tv ora è anche direttore responsabile di LaltraVicenza.it. Nato a Sandrigo (Vi) 12-01-1983 ma da sempre residente a Vicenza ha iniziato la sua carriera nel giornalino scolastico Rossi Life per poi collaborare una decina d'anni con Il Giornale di Vicenza e come addetto stampa di alcune società sportive, tra cui la As Vicenza basket. Ha fondato la testata giornalistica LaBaskettara.com di cui è anche direttore.