Scontri davanti magazzini Zampieri a Tavazzano, SI Cobas: “lavoratori Tnt Fedex picchiati con i bastoni”

- Pubblicità -

Il sindacato SI Cobas di Piacenza denuncia un gravissimo episodio avvenuto nella notte a Tavazzano (Lodi) davanti ai magazzini Zampieri dove i lavoratori della Tnt Fedex stavano protestando per i recenti licenziamenti. Secondo la ricostruzione del sindacato, che non coincide completamente con quella delle forze dell’ordine, alcuni dipendenti dell’azienda, lavoratori contrari allo sciopero e bodyguard, si sono uniti al sit in per poi picchiare con bastoni ricavati rompendo dei bancali, i lavoratori, uno dei quali è stato colpito in testa e nel volto e sarebbe secondo il sindacato in gravi condizioni. Alcuni lavoratori coinvolti erano lì appunto per lavorare, altri venivano da fuori regione. Altra denuncia del sindacato è il mancato intervento delle forze dell’ordine. Secondo il sindacato sarebbe stata l’azienda stessa a fomentare gli scontri. “Lo abbiamo promesso tre mesi fa e stiamo mantenendo l’impegno- si legge in un comunicato del SI Cobas nazionale – Fedex e Zampieri non avranno tregua finchè non sarà restituito il posto di lavoro ai facchini di Piacenza. Le loro aggressioni non fanno altro che rafforzare la lotta dei lavoratori e indebolire e screditare il fronte padronale. Continueremo a rispondere colpo su colpo alla loro violenza con la forza organizzata dei lavoratori di tutta la filiera e dell’intero settore della logistica (…). Le forze di polizia attaccano gli scioperi e assistono inermi alle aggressioni di bande armate contro i lavoratori. Per questo il 18 giugno invitiamo tutti i lavoratori ad aderire allo sciopero nazionale del Trasporto merci e Logistica, e invitiamo tutti i proletari, i solidali e i movimenti che intendono opporsi alla brutalità di padroni e mazzieri a manifestare sabato 19 giugno a Roma. Il SI Cobas – conclude la nota – si stringe al fianco del lavoratore colpito, augurandosi che tutto vada per il meglio, e chiama tutti i propri aderenti alla mobilitazione per far si che questa infame aggressione non resti impunita”. Sulla pagina Facebook SI Cobas è stato pubblicato il video degli scontri: “Abdelhamid Elazab. – afferma il sindacato – lavoratore SI Cobas della FedEx di Piacenza, viene colpito alla testa da un pezzo di bancale, restando a terra esanime e in una pozza di sangue. Abdelhamid è tuttora ricoverato in ospedale: dopo essere stato in coma per alcune ore, da poco ha ripreso leggermente conoscenza”.

-Pubblicità-