Sanità privata, UGL chiede incontro con Zaia per mancato rinnovo contratto e minaccia sciopero

- Pubblicità -

L’UGL Regionale del Veneto chiede un incontro al Presidente Luca Zaia e all’Assessore alla Sanità Manuela Lanzarin, per il mancato rinnovo del CCNL Sanità Privata Aiop/Aris, atteso da oltre 14 anni dai circa 150 mila lavoratori del settore. “In data 10 giugno 2020 è stata siglata l’ipotesi di accordo tra Ugl Sanità – Federazione Nazionale e le Associazioni di Categoria Aiop ed Aris ma nonostante la stipula definitiva fosse prevista entro il 30 luglio 2020, ad oggi ancora nulla di fatto – spiega il sindacato in una nota -. Le Associazioni Datoriali non hanno dato seguito alla sottoscrizione, adducendo come motivazione la mancata certezza della erogazione delle coperture da parte delle Regioni, assicurate dal Ministero della Salute e dalla Conferenza delle Regioni in sede di trattativa”.

“Riteniamo inaccettabile questo ulteriore rinvio, pertanto siamo a richiedere un intervento urgente atto a favorire una risoluzione positiva della vertenza in tempi stretti. Altresì si comunica che la Federazione Nazionale Sanità ha già provveduto ad avviare le procedure di indizione dello sciopero generale nazionale di categoria” aggiunge il Segretario Regionale dell’UGL Sebastiano Costalonga.

-Pubblicità-