Rucco cambia assessori (e deleghe): fuori Dotto (FdI) e Zoppello, dentro dalla sua lista civica Siotto e Lunardi. Cicero senza ambiente

Francesco Rucco e Isabella Dotto
Francesco Rucco e Isabella Dotto
- Pubblicità -

Il viso teso all’uscita dall’ufficio del sindaco Francesco Rucco, in questo bollente giovedì mattina di giugno, dell’ormai ex assessore alla trasparenza amministrativa Isabella Dotto, entrata in giunta in quota Sergio Berlato e Fratelli d’Italia un anno fa, era il primo segnale del rimpasto di giunta comunicato dal Comune nel pomeriggio, dal quale è “saltato” anche l’assessore al territorio Lucio Zoppello.

FdI per domani mattina ha annunciato una conferenza stampa urgente a palazzo Trissino con tutti i rappresentanti del partito, dopo la serie di “acquisti” negli ultimi mesi che paiono non fermarsi. A meno che la decisione odierna comunicata da Rucco e spiegata con la necessità di contrastare le “logiche spesso pericolose della lotta politico-partitica” non sia proprio una mossa per arginare la “diaspora” dalla sua lista civica.

Nuovi assessori sono, infatti, due consiglieri figure di peso della lista acchiappa voti del sindaco: Simona Siotto col nuovo mega Assessorato alla cultura, ambiente, decoro urbano, bilancio e tributi, e Marco Lunardi al posto di Zoppello.

Ma il rimpasto riguarda anche le deleghe con il vicesindaco Matteo Tosetto che al posto dell’economia avrà politiche sociali, famiglia, integrazione e giovani, mentre Claudio Cicero perde la delega all’ambiente e lavori pubblici che va a Matteo Celebron. Silvia Maino dal sociale prende il posto di Dotto alla trasparenza.

Sempre che la giunta ora regga… politicamente.

-Pubblicità-