Rigenerazione urbanistica, la giunta approva la riqualificazione di un immobile dismesso

- Pubblicità -

Coerentemente con le politiche di riqualificazione e rigenerazione urbana perseguite dall’amministrazione comunale del sindaco Francesco Ruco la giunta, dopo aver accertato l’interesse pubblico dell’operazione, ha espresso parere favorevole ad una richiesta di permesso a costruire con modifica della destinazione d’uso, in deroga al piano degli interventi, presentata dall’assessore all’urbanistica, pianificazione e riqualificazione del territorio, edilizia privata Marco Lunardi.

Il provvedimento era stato richiesto dalla fondazione “Vicenza una città solidale onlus” proprietaria di un compendio immobiliare in via della rotonda 58, nelle vicinanze di villa Almerigo Capra ora Valmarana detta “La Rotonda”, utilizzato sino a qualche anno fa come struttura socio-sanitaria R.S.A. per persone con gravi disabilità, attualmente dismesso.

I vincoli paesaggistico e monumentale gravanti sull’area hanno sempre impedito di apportare interventi indispensabili per un idoneo servizio alle persone disabili per cui l’unica possibilità per la fondazione era l’alienazione.

Dopo il parere favorevole della Soprintendenza che ha concesso l’autorizzazione, è stata approvata la modifica della destinazione d’uso che permetterà la trasformazione dell’immobile da socio sanitario a direzionale con una minima parte residenziale destinata ad alloggio per il custode.

Il progetto di riqualificazione è stato presentato dallo studio professionale “TZ&A studio associato” che prevede la ristrutturazione degli edifici esistenti con una minima riduzione di volumetria e la generale riorganizzazione degli spazi scoperti.

L’area ha una superficie catastale di 9123 metri quadrati oltre a una serie di pertinenze dove 650 metri quadrati saranno destinati ad un nuovo parcheggio pubblico in una zona priva di infrastrutture, utilizzabile sia dai numerosi visitatori di villa “La Rotonda”, sia dai frequentatori dell’oasi naturalistico-didattica Valletta del Silenzio, posta nelle vicinanze.

“L’operazione immobiliare licenziata dalla giunta in data odierna ha una doppia valenza. – precisa l’assessore all’urbanistica, pianificazione e riqualificazione del territorio, edilizia privata Marco Lunardi – In primis sociale, in quanto con la decisione odierna permettiamo ad una fondazione onlus di investire importanti somme derivanti dall’operazione immobiliare in progetti di carattere sociale che garantiranno servizi a favore delle fasce più deboli con progetti orientati al “dopo di noi con noi”, anche in città tramite il recupero di volumetrie attualmente dismesse e che saranno messe a disposizione degli ospiti. Dall’altra parte concretizziamo la politica della rigenerazione e della riqualificazione urbana che sta caratterizzando l’operato di questa amministrazione nel settore urbanistico-edilizio andando a recuperare un edificio attualmente dismesso e in precarie condizioni . Oltre a ciò, ci saranno ulteriori benefici per l’amministrazione comunale che da tale operazione introiterà tra contributi straordinari e di costruzione e monetizzazione degli standard integrativi circa 400 mila euro, somme queste che certo potranno aiutare in questa crisi post Covid-19. Saranno poi realizzati su un’area di 650 metri quadrati parcheggi pubblici che potranno ospitare fino 20 nuovi posti auto e daranno finalmente una risposta concreta alle richieste dei cittadini che in quella zona hanno, da sempre, evidenziato la mancanza di aree destinate al parcheggio nonché ai turisti che vogliono visitare Villa “La Rotonda”.

Dopo il passaggio in giunta la delibera dovrà approdare in consiglio comunale per l’approvazione definitiva.

-Pubblicità-