Regionali, a Zaia 24 seggi in consiglio. Premiati assessori uscenti. Bene Donazzan

- Pubblicità -

In attesa di conoscere i nomi dei nuovi consiglieri regionali eletti in Veneto, che arriveranno in mattinata, si può già fare qualche ragionamento e previsione sulla nuova giunta del neo-eletto per la terza volta presidente Luca Zaia, che con il suo storico e micidiale 77% porta a casa 33 seggi da solo, 24 nella sua lista e 9 in quella della Lega. Ai ‘compagni’ di viaggio del centrodestra resta ben poco: 5 seggi a Fratelli d’Italia, 2 a Forza Italia, 1 a Lista Veneta Autonomia. Il candidato consigliere più votato nella lista Zaia è il veronese Stefano Valdegamberi, già consigliere nelle due precedenti legislature, con 11251 preferenze. Dopo di lui il vicentino Roberto Ciambetti, presidente uscente del consiglio regionale veneto, con 9951 voti. Al terzo posto dei più votati nella lista Zaia il bellunese Gianpaolo Bottacin, assessore uscente all’Ambiente e alla Protezione Civile, con 9078 voti.

Nella lista della Lega Salvini il più votato è stato il padovano Roberto Marcato, già assessore al Commercio, con 11603 voti, seguito dalla vicentina Manuela Lanzarin, già assessore alla Sanità, con 10370 voti, terzo posto per il vicentino Nicola Finco con 8939. Premiati con più di 5 mila preferenze anche altri due assessori uscenti Caner e Corazzari.

Nella lista di Fratelli d’Italia il più votato è stato il veronese Daniele Polato, già assessore a Verona, con 10783 preferenze, seguito dalla vicentina Elena Donazzan, assessore uscente a Lavoro e Istruzione e, secondo quanto riportavano i giornali prima del voto, aspirante vice di Zaia al posto di Forcolin, colpito dallo scandalo del bonus Covid, con 10743 preferenze. Terzo posto per Joe Formaggio con 7867 voti.

Tra le fila dell’opposizione, che porta a casa solo 8 seggi invece possono essere soddisfatti il vicentino Giacomo Possamai del PD con 11515 preferenze e la vicentina Chiara Luisetto sempre del PD con 8989 voti, nonostante le polemiche per il voto disgiunto. Nella lista di Lorenzoni, che porterà a casa un solo seggio, buon risultato per il giovane consigliere comunale di Schio Carlo Cunegato con 5810 voti.

 

-Pubblicità-
Tommaso De Beni
Giornalista pubblicista dal 2020 nato nel Basso Vicentino nel 1987, laureato in Teoria e critica letteraria. Ex presidente dell'associazione culturale e redattore della rivista "ConAltriMezzi". Ho pubblicato racconti nelle raccolte "Write not die" ed "Escape" e poesie in siti vari e "Pagine". Ospite della trasmissione televisiva "MattinaInFamiglia" nel 2013. Ex collaboratore di PopcornTv, Notizie.it, BlastingNews e Vvox