Recovery Fund, Berlato (FdI): “Bruxelles chiede di limitare spesa pubblica, si chiama austerità”

- Pubblicità -

“Fin dall’inizio abbiamo espresso la preoccupazione che i fondi del Recovery Fund fossero solo un altro modo di chiamare il Mes. La nostra speranza è sempre stata quella di venire smentiti, ma le “Raccomandazioni specifiche per Paese” stilate dalla Commissione europea lasciano pochi dubbi”. Lo afferma in una nota l’eurodeputato vicentino di Fratelli d’Italia Sergio Berlato. “Nel momento in cui i Paesi europei hanno bisogno come l’aria di spesa pubblica per contrastare gli effetti devastanti dei lockdown, Bruxelles chiede di limitarne l’aumento. Il rischio di restare con il cerino in mano è concreto. Infatti, le spese correlate al Piano nazionale di ripresa e resilienza sono anticipate dagli Stati e solo in un secondo momento la Commissione interviene per il rimborso, a patto di rispettare tutte le condizioni capestro. Il pericolo è di vedersi bloccare le erogazioni – conclude Berlato -. L’Europa vuole che gli Stati membri tirino il freno a mano, perché la realtà è che si scrive Recovery Fund ma si legge austerità”.

-Pubblicità-