Protezione Civile, dopo lettera volontari opposizione chiede chiarimenti a Ierardi su mansionario ed espulsioni

Mattia Ierardi e Francesco Rucco
Mattia Ierardi e Francesco Rucco
- Pubblicità -

Dopo la lettera inviata da alcuni volontari della Protezione Civile di Vicenza al sindaco Rucco (Protezione civile, espulsioni e mansionario: volontari scrivono a Rucco e chiedono confronto con coordinatore Casaro e assessore Ierardi) i consiglieri capigruppo delle liste di minoranza si associano in una domanda d’attualità alla richiesta di chiarimenti.

Ciro Asproso, Isabella Sala, Raffaele Colombara, Sandro Pupillo, Ennio Tosetto chiedono all’assessore comunale alla Protezione Civile Ierardi (con risposta scritta e in Aula) “di conoscere le motivazioni della mancata attivazione di alcuni volontari; di sapere quali specializzazioni sono state attivate negli ultimi due anni, tali da non considerare più idonei i volontari con maggiore anzianità di servizio, che pure hanno affrontato varie emergenze e acquisito diverse competenze; se sono state applicate le espulsioni per la mancata giustificazione di almeno tre assenze consecutive come prevede il regolamento all’art.11 e se sono documentate; qual è il riferimento normativo che prevede l’assenza del 10% e se esiste un elenco di interventi ed esercitazioni eseguite; perché è stato confezionato un mansionario che elenca delle attività legate a specializzazioni o patentini e cita varie esposizioni che dovrebbero sottostare i volontari sottoponendoli a vari pericoli anziché tutelarne la salute; perché rinunciare a delle risorse umane preparate, formate e competenti, senza un preventivo dialogo, coinvolgimento e confronto e comunque, senza una verifica delle motivazioni che stanno alla base delle eventuali assenze?”.

“Perché – chiedono ancora i consiglieri di opposizione, riprendendo le richieste dei volontari espulsi – si è trovato il tempo per una lezione sull’uso della radio trasmittente, convocando tutti i volontari in piena emergenza Covid, e non per convocare l’assemblea prevista dal regolamento ex art.13, anche in videoconferenza, per elaborare e condividere proposte oltre all’approvazione del bilancio?”.

I capigruppo di opposizione infine chiedono “se durante l’ultimo evento nevoso sono state attivate e poste in essere tutte le forme di supporto logistico e di risorse per permettere ai volontari di Protezione Civile locale di far fronte con tempestività all’emergenza; di riferire se ad ogni emergenza viene attivato oltre al COC il Piano Comunale della Protezione Civile ed applicato quanto previsto con le rispettive funzioni ed azioni”.

 

-Pubblicità-
Tommaso De Beni
Giornalista pubblicista dal 2020 nato nel Basso Vicentino nel 1987, laureato in Teoria e critica letteraria. Ex presidente dell'associazione culturale e redattore della rivista "ConAltriMezzi". Ho pubblicato racconti nelle raccolte "Write not die" ed "Escape" e poesie in siti vari e "Pagine". Ospite della trasmissione televisiva "MattinaInFamiglia" nel 2013. Ex collaboratore di PopcornTv, Notizie.it, BlastingNews e Vvox