Prorogata al 28/2 la scadenza dei canoni di concessione e locazione di locali comunali

- Pubblicità -

Questa mattina la giunta ha deciso di posticipare al 28 febbraio 2021 la scadenza del versamento dei canoni di concessione e locazione di locali comunali a uso non abitativo, per il periodo dall’1 marzo al 31 luglio 2020.

Obiettivo: sostenere le associazioni locali che, a seguito del protrarsi dell’emergenza Covid-19, hanno dovuto sospendere o ridurre in modo significativo tutte le attività sociali, culturali e ricreative normalmente svolte.

Si tratta di una misura adottata con l’intento di mitigare gli effetti del perdurare dell’emergenza sanitaria nel mondo dell’associazionismo locale – ha spiegato il sindaco Francesco Rucco –. Sono moltissimi gli enti e le associazioni, infatti, che hanno dovuto azzerare o ridurre notevolmente la programmazione delle proprie attività. Si tratta di risorse importanti per il territorio che svolgono un lavoro silenzioso, ma evidente a tutti, oltre che molto prezioso, a cui non possiamo non tendere la mano in questo momento di difficoltà”.

Saranno prorogate, quindi, previa richiesta scritta da parte degli enti ed associazioni interessati, le scadenze dei pagamenti dei canoni di concessione e locazione di locali, ad uso non abitativo, facenti parte del patrimonio del Comune di Vicenza e adibiti ad attività non rientranti nei codici ATECO definiti nei Dpcm dell’11 e del 22 marzo 2020 e nel decreto del Mise del 25 marzo 2020.

I canoni non versati dalle attività economiche nel periodo dall’1 marzo al 31 luglio, dovranno essere corrisposti entro il 28 febbraio 2021. In nessun caso saranno applicati interessi, sanzioni o decadenze.

-Pubblicità-