Progetto Solez per la valorizzazione di ?Veloce? e mobilità sostenibile. Cicero: “analisi degli spostamenti casa-lavoro”

- Pubblicità -

Il Comune di Vicenza – informa una nota capofila del progetto Europeo SOLEZ cofinanziato da Interreg Central Europe, da più di due anni lavora insieme ad un partenariato di 8 aree urbane funzionali dell?Europa centrale e due partner tecnici per migliorare le strategie di programmazione delle politiche di mobilità sostenibile sviluppando servizi intelligenti che rispettino il concetto di Low Emission Zone (zona a bassa emissione di carbonio) nelle aree urbane.

Tra le varie attività previste dal progetto nell’arco dei tre anni di implementazione, Vicenza mira anche a sviluppare servizi aggiuntivi per la valorizzazione di ?Veloce?, il servizio che  consegna le merci, con mezzi esclusivamente elettrici, all?interno della zona ZTL di Vicenza. Unica nel suo genere in Italia, la realtà di Veloce è studiata e considerata all?estero tra i migliori esempi di best practice nel settore dei servizi per la logistica dell’ultimo miglio.

Nello specifico, il servizio innovativo che si vuole sviluppare grazie al contributo del progetto SOLEZ, ha lo scopo di diventare un “carrello virtuale” per gli acquisti in centro storico, che mentre incentiva l’utilizzo dei parcheggi scambiatori con il bus navetta, promuove un comportamento virtuoso degli utenti del centro storico e riduce le emissioni di gas fossili in prossimità dello stesso. 

Il servizio che si intende valutare, prevede che l’utente che arriva dalle zone periferiche o dai comuni contermini, lasci la vettura nel parcheggio scambiatore e raggiunga il centro con il bus navetta. Gli acquisti effettuati nei negozi convenzionati con il servizio, verranno recapitati all’utente da Veloce direttamente al parcheggio in fasce orarie prestabilite.

Per la raccolta dei dati necessaria alla progettazione del servizio, e con lo scopo di valutarne la fattibilità e sostenibilità economica, il Comune di Vicenza ha predisposto un questionario che verrà inviato, nel mese di novembre, a tutti i dipendenti del Comune, e delle principali aziende partecipate e/o pubbliche situate nel centro storico, identificati come potenziali utenti del servizio. I dati raccolti, assolutamente anonimi, saranno anche utili al settore mobilità e trasporti per valutare l’utilizzo dei parcheggi di interscambio.

“Questa indagine ? afferma l’assessore alle infrastrutture Claudio Cicero ? consentirà un importante monitoraggio della mobilità cittadina, fornendo informazioni utili per una migliore analisi degli spostamenti casa-lavoro. Auspico che la partecipazione al questionario sia la più ampia possibile. Solo così si potrà disporre di un campione significativo ai fini della rilevazione”.

-Pubblicità-