Processo BPVi, “sfilata” di ex membri cda: nessuno risponde in attesa eventuale processo per bancarotta. Stabile atteso il 20 ottobre

Nell'aula di Borgo Berga si sono succeduti, quindi, chiamati dalla giudice tutti con l'appellativo dottore: Marino Breganze, Giovanni Fantoni, Maria Carla Macola, Giovanna Dossena, Giorgio Tibaldo e Roberto Zuccato, ex presidente di Confindustria Vicenza e poi Veneto

Breganze tra gli avvocati durante il via vai al processo Bpvi
Breganze tra gli avvocati durante il via vai al processo Bpvi
- Pubblicità -

É stato un via vai di ex consiglieri d’amministrazione della Banca Popolare di Vicenza, ognuno accompagnato dal proprio avvocato, all’udienza del 6 ottobre del processo Bpvi. Dentro e fuori di pochi minuti dato che si sono avvalsi della facoltà di non rispondere in quanto persone indagate in un procedimento connesso o per reato collegato.

Nel caso specifico i consiglieri chiamati a deporre sono interessati dal procedimento per bancarotta fraudolenta della Bpvi per il quale i pubblici ministeri, gli stessi Luigi Salvadori e Gianni Pipeschi del processo BPVi in corso, hanno chiesto l’archiviazione ma si è ancora in attesa del pronunciamento del giudice per le indagini preliminari. Lo scorso gennaio il gip aveva respinto la richiesta avanzata dai pm e il tribunale deve decidere se archiviare, chiedere un supplemento di indagini o mandare a giudizio gli indagati.

Gli avvocati delle difese avevano richiesto la sospensione del processo Bpvi fino a che non venisse stabilito il destino processuale degli ex componenti del cda, ma la richiesta è stata respinta dal Collegio giudicante presieduto da Deborah De Stefano con Elena Garbo e Camilla Amedoro, giudici a latere. L’udienza preliminare dell’eventuale processo bis è ora in programma il 27 novembre 2020 e in quella sede dovrà pronunciarsi la giudice Cristina Arban, nel frattempo trasferita a Trieste, ma richiamata dal tribunale di Vicenza per esprimersi sul procedimento.

La fase di stallo ha portato alla situazione odierna con la “sfilata” di indagati che non hanno risposto alle domande dei giudici. Nell’aula di Borgo Berga si sono succeduti, quindi, chiamati dalla giudice tutti con l’appellativo dottore: Marino Breganze, Giovanni Fantoni, Maria Carla Macola, Giovanna Dossena, Giorgio Tibaldo e Roberto Zuccato, ex presidente di Confindustria Vicenza e poi Veneto.

Gli altri consiglieri indagati nel procedimento connesso sono Giovanna Dossena, Andrea Monorchio, Gianfranco Pavan, Nicola Tognana, Fiorenzo Sbabo, Maurizio Stella, Vittorio Domenichelli, Alessandro Bianchi e Paolo Angius, oltre all’ex direttore generale Samuele Sorato e tre componenti del collegio sindacale: Giovanni Zamberlan, Giacomo Cavalieri e Laura Piussi.

Oggi doveva essere anche il giorno di Girolamo Stabile. Ma in seguito all’arresto ai domiciliari di pochi giorni fa per il caso della Banca Popolare di Bari, il 37enne finanziere, che dal 2015 non lavora più per il Fondo Optimum, come avevamo anticipato non si è presentato per testimoniare, a richiesta dalla difesa dell’ex vicedirettore Bpvi Andrea Piazzetta, sui fondi lussemburghesi nei quali aveva investito la banca guidata da Gianni Zonin.

La sua autorizzazione a presenziare è stata fissata per il 20 ottobre, per cui si tratta ora di definire con quale modalità, anche per quanto riguarda la scorta, potrà essere ascoltato.

 

-Pubblicità-
Edoardo Andrein
Dal 2013 redattore web, inviato e articolista di cronaca, politica e sport per VicenzaPiu.com e VicenzaPiu.Tv ora è anche direttore responsabile di LaltraVicenza.it. Nato a Sandrigo (Vi) 12-01-1983 ma da sempre residente a Vicenza ha iniziato la sua carriera nel giornalino scolastico Rossi Life per poi collaborare una decina d'anni con Il Giornale di Vicenza e come addetto stampa di alcune società sportive, tra cui la As Vicenza basket. Ha fondato la testata giornalistica LaBaskettara.com di cui è anche direttore.