Procedono i lavori di riqualificazione alla scuola Mainardi

- Pubblicità -
Gli assessori Celebron e Tolio, la dirigente scolastica Bartolone, i tecnici comunali e il personale scolastico

La scuola secondaria di primo grado Mainardi, all’Anconetta, diventa sempre più accogliente grazie a una serie di lavori di riqualificazione agli infissi e ai servizi igienici. È stato ultimato infatti il primo stralcio di sostituzione degli infissi sul fronte principale (nord-ovest) per circa 185 mq di superficie vetrata, mentre il secondo verrà realizzato in estate con la sostituzione degli infissi sul fronte posteriore (sud-est) per circa 225 mq di superficie vetrata. La bella stagione vedrà anche il rifacimento dei bagni al primo piano.

Gli interventi sono stati presentati questa mattina nel corso di un sopralluogo al quale hanno preso parte l’assessore all’istruzione Cristina Tolio, l’assessore ai lavori pubblici Matteo Celebron, la dirigente scolastica Isabella Bartolone e i tecnici comunali.

I lavori alla scuola Mainardi – spiega l’assessore Cristina Tolio – rientrano nel progetto di riqualificazione di tutte le scuole di quartiere, a cui teniamo molto come abbiamo già dimostrato rinforzando gli istituti di Ospedaletto, Maddalene e Sant’Agostino. La scuola Mainardi ha una funzione vitale per la zona, per questo siamo intervenuti per far fronte alle due situazioni di emergenza presenti, ovvero lo stato degli infissi e dei bagni. Il nostro obiettivo è quella di aiutare tutte le scuole di quartiere”.

Questi investimenti – continua l’assessore Matteo Celebron – non sono finalizzati solo all’aspetto strutturale, che ha comunque un’importanza fondamentale soprattutto dal punto di vista della riqualificazione energetica, ma vogliono essere anche un segnale dell’attenzione che l’amministrazione ripone sulle scuole di quartiere. Sosteniamo così una cultura della mobilità sostenibile e mettiamo genitori e bambini nelle condizioni di avvicinarsi alle scuole della propria zona e di frequentare il proprio quartiere, andando a lezione a piedi o in bicicletta e mantenendo quindi i ragazzi in un contesto protetto”.

La sostituzione degli infissi assicura un’importante riqualificazione energetica. I vecchi serramenti, in alluminio e in uno stato di ammaloramento, causavano infatti dispersione termica degli ambienti. I nuovi infissi in lega di alluminio – costituiti da ante fisse, con pannellature opache coibentate, ed ante con apertura a vasistas e anta ribalta con blocco di sicurezza (chiusura con chiave), realizzate con camera interna a gas inerte, garantiranno invece un coefficiente di trasmissione bassissimo.

L’investimento complessivo sarà di 355mila euro, così ripartiti: 110mila euro per il primo stralcio degli infissi, 170mila euro per il secondo e 75mila euro per i bagni (insieme con alcuni servizi igienici della scuola media Calderari).

-Pubblicità-