Porta Santa Croce, da giovedì 22 luglio lavori nelle facciate del lato nord-ovest

- Pubblicità -

Saranno consegnati domani, giovedì 22 luglio, i lavori per il consolidamento e restauro delle facciate di Porta Santa Croce, lato nord-ovest, che prenderanno il via a partire dai prossimi giorni e che avranno una durata presunta di 30 giorni.

Nella prima fase, da giovedì 22 luglio a domenica 1 agosto, si procederà con il restringimento della carreggiata e la chiusura del marciapiede in corrispondenza di contra’ Porta Santa Croce.

In un secondo momento, da lunedì 2 a sabato 14 agosto, verrà chiusa la carreggiata in entrata da viale Mazzini al centro storico. La deviazione da via Bonollo consentirà l’accesso al centro storico senza modifiche alle circolazione, attraverso contra’ Porta Nova, contra’ Sant’Ambrogio, contra’ San Rocco, contra’ Mure San Rocco e contra’ Mure Corpus Domini.
La chiusura comporterà la variazione del percorso della linea TPL che entra in centro storico da Porta Santa Croce. Risultano pertanto soppresse le fermate di contra’ Porta Santa Croce e corso Fogazzaro, all’altezza della chiesa dei Carmini. Dettagli sulle deviazioni dei bus saranno pubblicati sul sito www.svt.vi.it.
Resterà invece percorribile la corsia in uscita, dal centro storico con immissione in viale D’Alviano.

I lavori rientrano nell’ambito degli interventi di recupero delle mura cittadine e sono inseriti nell’elenco di opere pubbliche con le quali il Comune ha partecipato ad un bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri per ottenere finanziamenti “per investimenti in progetti di rigenerizzazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale”. Il decreto che assegnerà il contributo sarà pubblicato entro il 5 agosto. L’importo dei lavori è di 134 mila euro più Iva.

L’intervento alle facciate del lato nord-ovest

I lavori andranno a completare quanto già realizzato nel lato sud della struttura, già oggetto di riqualificazione alcuni anni fa.

Nel dettaglio, saranno rimossi gli intonaci, le vernici improprie e la vegetazione infestante; sarà eseguita la pulitura delle facciate, con particolare attenzione ai punti interessati da depositi localizzati.
Saranno eseguiti il risanamento e restauro del paramento murario con integrazione delle parti mancanti, consolidamento dei punti soggetti a fessurazioni e stuccatura degli elementi lapidei. Si procederà al rifacimento del manto in coppi previa rimozione del coperto esistente, in modo da restituire al monumento stesso l’antico decoro.
Il tutto verrà realizzato montando un idoneo ponteggio.

Il procedimento è seguito dal servizio Lavori pubblici e manutenzioni del Comune di Vicenza.

Riqualificazione dei corpi secondari ottocenteschi

Lo scorso gennaio si è concluso l’intervento di riqualificazione dei corpi secondari ottocenteschi annessi alla porta sul lato nord-est che ha visto il consolidamento statico delle pareti e la ricostruzione della copertura dei due fabbricati. Gli ambienti sono stati risanati con l’estirpazione della vegetazione spontanea cresciuta all’interno.

I lavori, che avevano preso il via il 21 settembre 2020 per una spesa complessiva di 185.496,92 euro, sono stati coordinati dal servizio Lavori pubblici e manutenzioni del comune di Vicenza con progetto e direzione lavori a cura di Aim Vicenza mentre l’intervento è stato eseguito dalla ditta Eurocostruzioni di Padova.

-Pubblicità-