Pedemontana Veneta, CoVePA: ritardi maggiori di quelli previsti dal sindaco di Montecchio, danno di partenza di 370 mln a carico della regione Veneto

Salvini e Zaia alla inaugurazione Pedemontana Veneta
Salvini e Zaia alla inaugurazione Pedemontana Veneta
- Pubblicità -

Secondo il sindaco di Montecchio Maggiore Trapula, in base a quanto riporta oggi il Giornale di Vicenza nella sua pagina online, la storia del casello A4 di Pedemontana Veneta, scrivono nella nota che pubblichiamo Matilde Cortese, Massimo M. Follesa ed Elvio Gatto portavoce CoVePA, porta un ritardo incolmabile: «Rimane, comunque, uno sfasamento di circa due anni tra le previsioni di apertura totale della Pedemontana e l’apertura del casello. Serviranno proposte immediate in merito ad una viabilità provvisoria di emergenza, che vada a colmare, per quei due anni di sfasamento, la mancanza di un collegamento diretto tra casello e Superstrada. Non possiamo permetterci il collasso dell’intera viabilità dell’Ovest Vicentino».

Noi affermiamo che stando alle dichiarazioni di ANAC questa parte della SPV ha ormai 7 anni di ritardo e salvo errori possono essere di più. I veicoli e i pedaggi che mancheranno al piano economico industriale e alla stabilità economica dell’intero progetto sono gli incassi al 2020 di almeno 30 mila auto al giorno.

Altro che collasso della viabilità dell’ovest vicentino, è in gioco il bilancio economico di tutta la pedemontana veneta e con esso quello dell’intera Regione Veneto. Ogni responsabilità è tutta nel sistema di finanziamento a perdere del 2013, che garantiva 370 mln di € entro il 31/12/2013, a patto che il progetto esecutivo fosse finito entro la stessa data. La gatta non solo ha fatto la SPV cieca, ma ha aggirato la prescrizione di una legge dello stato, e secondo noi commesso una grave mancanza progettuale. C

e ne sarebbe da interessare la Corte dei Conti e anche la magistratura per fargli restituire quei 370 milioni a fondo perduto, visto che il progetto esecutivo non era né completo ne in grado di garantire l’afflusso dalla principale arteria autostradale del nord-est.

Matilde Cortese, Massimo M. Follesa  ed Elvio Gatto portavoce CoVePA

-Pubblicità-
Giovanni Coviello
Ho il piacere e l'onore di dirigere queste testate Dopo un'iniziale esperienza come ricercatore volontario universitario (1976-77)e il servizio militare in Marina Militare come ufficiale di complemento (1976-78) ho maturato varie esperienze di vertice, nazionali e internazionali, nel settore delle telecomunicazioni e dell'informatica (1978-1993), ho ricoperto cariche in Confindustria Roma e Apindustria Vicenza, quindi mi sono occupato di marketing e gestione sportiva (volley) anche da vice presidente della Lega di Pallavolo Femminile di serie A, per poi dal concentrarmi dal 2008 sulle edizioni giornalistiche (VicenzaPiù, VicenzaPiu.com e VicenzaPiu.tv). Ho fondato nel 2019 anche Laltravicenza.it, Parlaveneto.it e Bankileaks e dirigo da luglio 2020 la nuova testata nazionale DeepNews.it