Piano triennale Provincia Vicenza, opere per 47 milioni di euro: asfalti rete viaria, 16 milioni per miglioramento sismico istituti superiori

asfalto
- Pubblicità -

Il piano triennale 2021-2023 delle opere della Provincia di Vicenza vale 47 milioni di euro suddivisi tra strade e scuole superiori, i due settori che competono all’ente.

A presentarlo questa mattina i tre consiglieri delegati che, con i colleghi del consiglio provinciale e con i sindaci del territorio, l’hanno redatto: Giorgio Santini e Davide Faccio per la viabilità e Cristina Balbi per le scuole.

Alle opere viarie sono destinati oltre 25 milioni di euro, 10 dei quali per interventi sui ponti. Si tratta, in generale, di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza dei 1.270 km di competenza gestiti attraverso la società Vi.Abilità Srl. Ci sono poi 3,5 milioni di euro per il rifacimento delle barriere stradali e 6,6 milioni di euro per nuove asfaltature nel triennio.

“Manutenzione e sicurezza sono le parole guida su cui abbiamo impostato il piano -ha spiegato Faccio- per alcuni anni, a ridosso della riforma del 2014, la Provincia non ha avuto fondi sufficienti da destinare al proprio patrimonio viario, creando situazioni di criticità a cui stiamo dando soluzione. Alle asfaltature, in particolare, abbiamo destinato 4 milioni di euro nel 2020 e altri 4 ci sono per il 2021. Un trend positivo che vogliamo mantenere, per arrivare ad un miglioramento generale della rete viaria provinciale.”

“A questi fondi -ha sottolineato Santini- vanno aggiunti i contributi che diamo ai Comuni come cofinanziamento. Un paio d’anni fa abbiamo costituito un fondo che ha questa finalità, per sveltire le procedure. Per ora ci sono poco meno di 600mila euro che finanziano opere a cui non eravamo riusciti a dare risposta lo scorso anno. Ma l’importo corretto si saprò quando verrà approvato il contro consuntivo della Provincia, in primavera, e solo allora potremo stabilire con i sindaci le priorità di intervento, che riguardano comunque la messa in sicurezza di incroci, tratti stradali particolarmente trafficati, attraversamenti a rischio.”

Il programma dei lavori sulle scuole prevede oltre 21,5 milioni di euro da dedicare alla ristrutturazione degli edifici, al miglioramento sismico e all’adeguamento antincendio dei 46i istituti superiori vicentini suddivisi in 130 edifici.

Anche in questo caso la parola d’ordine è sicurezza, a tutela di una popolazione scolastica di oltre 41mila studenti. “Proseguiamo con il miglioramento sismico degli edifici -ha spiegato la consigliera Balbi- il patrimonio di edilizia scolastica provinciale gode in generale di buona salute, grazie ad interventi costanti e puntuali. E’ comunque necessario elevare gli standard, migliorando le prestazioni antincendio, antisismiche e di risparmio energetico. Per il 2021 abbiamo 490mila euro per incarichi di valutazione sulla vulnerabilità degli edifici e poi nel 2022 e 2023 prevediamo interventi di miglioramento sismico per 16 milioni di euro.”

Sempre a proposito di scuole, le spese correnti ammontano nel 2021 a 9,4 milioni di euro. Sono le spese di funzionamento, le locazioni per il recupero di spazi, le piccole manutenzioni (1.350.000 euro) e le manutenzioni sugli immobili (2.150.000 euro), e soprattutto le utenze (5.000.000 euro euro). Una voce considerevole, spiega bene la vicepresidente Maria Cristina Franco con delega all’istruzione, che garantisce il buon funzionamento degli istituti scolastici, garantendo loro autonomia gestionale nelle spese urgenti e nei piccoli interventi.

Opere viarie

Tra gli interventi più consistenti sulle strade c’è l’allargamento della strada della Vena a Tonezza, a cui sono destinati 1,7 milioni di euro. Si tratta del secondo stralcio della sistemazione dell’intera strada che collega al trentino. Il primo tratto, a carico della Provincia per 2,5milioni di euro, è già stato realizzato. Il secondo, quello che attualmente rappresenta una strettoia, porterà a termine un intervento molto atteso da residenti e turisti.

Sempre a proposito di strade di montagna, 1 milione di euro garantirà maggiore sicurezza lungo la SP 246 da Recoaro a Valli del Pasubio e oltre 2milioni lungo la SP 46 da Torrebelvicino a Pian delle Fugazze.

Manutenzione straordinaria anche sui ponti del vicentino, con un impegno di spesa totale di 9.9 milioni di euro. Tra questi, la sistemazione del Ponte di Roana e del ponte lungo la Gasparona nel Comune di Breganze, che prevedono, rispettivamente, un investimento di 880mila e di 500mila euro.

Il fondo destinato al cofinanziamento di opere di interesse condiviso con i Comuni ammonta a 578.850 euro. Le opere già in bilancio sono la rotatoria tra la sp 51 del Vicerè e la sp Friola a Pozzoleone (360.000 euro), l’intersezione tra la sp8 Berico Euganea e la sp9 Sajanega a Sossano (113.850 euro) e l’impianto semaforico lungo la sp 247 Riviera Berica a Nanto (105.000 euro).

Edilizia scolastica

Dei 21,5 milioni di euro destinati alle scuole, un milione è destinato alla sostituzione dei serramenti esterni. Gli istituti interessati sono il liceo Da Vinci di Arzignano, l’Ipsia Scotton di Breganze, l’ex Perin di Valdagno zona officine, il liceo Tron Zanella, l’Itis Rossi di Vicenza zona officine, l’istituto Da Schio di Vicenza zona corridoi.

All’Istituto alberghiero Artusi di Recoaro è in programma la sostituzione dei pannelli perimetrali per 1.3 milioni di euro.

Al capitolo coperture sono previsti interventi su palestra e spogliatoi del liceo Da Vinci di Arzignano (220.000 euro), al palazzetto dello sport di Thiene (300.000 euro), all’alberghiero di Recoaro (250.000 euro). Al palazzetto dello sport di Valdagno si sostituiscono i vecchi pannelli del controsoffitto con nuovi pannelli antipallone e nuovi lucernari.

All’Istituto Lonigo di Via Scortegagna si recuperano due vecchie palazzine ad uso segreterie, sala insegnanti , ricevimento genitori (300.000 euro).

All‘Istituto Parolini di Pove si rende necessario un intervento di messa in sicurezza della scarpata lungo il fiume Brenta, con ricostruzione del muretto sommitale, in seguito ai danni subiti dall’evento atmosferico del 4 agosto 2020 (270.000 euro).

Al Liceo Martini di Schio, sezione Artistico di Via Maraschin, in seguito all’annessione di ulteriori spazi dopo la chiusura delle scuole medie, è prevista la progettazione ed esecuzione di interventi finalizzati al conseguimento del certificato prevenzione incendi per l’intero fabbricato (160.000euro ).

Nel 2021 è previsto l’acquisto di un container da mettere a disposizione dell’istituto Galilei di Arzignano per sopperire alla carenza di spazi.

Lavori in corso

Alle nuove opere si aggiungono i lavori in corso, che nel 2021 ammontano a oltre 42 milioni di euro. Sono opere in progettazione o in realizzazione, tra cui la nuova viabilità di Debba, l’ampliamento dell’istituto Parolini di Bassano del Grappa e del Corradini di Thiene, le varianti in destra Agno e sinistra Agno. Investimenti che promuovono una maggiore sicurezza per i cittadini e favoriscono il rilancio delle imprese e del territorio vicentino.

-Pubblicità-