Italia, morti sul lavoro aumentano del 15%: un terzo a causa del Covid

I dati Inail raccolti da Vega Engineering di Mestre.Il Veneto, escluso il virus, è la quinta regione d'Italia in questa triste classifica

Lunga lista di morti sul lavoro
Lunga lista di morti sul lavoro
- Pubblicità -

Millecentocinquantuno morti in meno di un anno. È il drammatico numero raccolto dall’Osservatorio Vega Engineering di Mestre sulle morti sul lavoro da gennaio a novembre 2020. Una classifica che tiene conto anche dei morti di Covid. Ma senza contare il virus, il bollettino non è meno drammatico: in Veneto sono morte sul lavoro circa 4 persone al mese La nostra regione, senza il Covid, è al quinto posto di questa triste classifica. L’ingegner Marco Rossato, presidente dell’Osservatorio, sottolinea con sconforto come l’incremento a livello nazionale sia del 15,4% in più rispetto al 2019. Più di un terzo dei decessi totali è causato proprio dal virus, che evidentemente non colpisce solo scuole, bar, palestre e ristoranti, ma anche le aziende, che non hanno praticamente mai chiuso. In Veneto però notiamo che i decessi per Covid sono stati 10, contro i 144 della Lombardia, ma gli altri sono 49, che è comunque una cifra inquietante e che non dovrebbe trasformarsi in macabra consuetudine.

 

 

-Pubblicità-
Giornalista pubblicista dal 2020 nato nel Basso Vicentino nel 1987, laureato in Teoria e critica letteraria. Ex presidente dell'associazione culturale e redattore della rivista "ConAltriMezzi". Ho pubblicato racconti nelle raccolte "Write not die" ed "Escape" e poesie in siti vari e "Pagine". Ospite della trasmissione televisiva "MattinaInFamiglia" nel 2013. Ex collaboratore di PopcornTv, Notizie.it, BlastingNews e Vvox