Martedì 22 giugno torna l’appuntamento “CorriXVicenza e per la Fondazione San Bortolo”

- Pubblicità -

Dal 22 giugno, ogni martedì sera torna l’appuntamento con “CorriXVicenza e per la Fondazione San Bortolo”, il progetto di promozione di salute e solidarietà a cura di Atletica Vicentina e Fondazione San Bortolo, condiviso con l’Azienda Ulss 8 Berica e in collaborazione con l’assessorato alle attività sportive del Comune di Vicenza.

A darne l’annuncio questa mattina nella sala degli Stucchi di Palazzo Trissino è stato il vicesindaco con delega alle attività sportive Matteo Celebron. Erano presenti anche il presidente della Fondazione San Bortolo Franco Scanagatta, insieme a Christian Zovico incaricato della Fondazione per l’iniziativa.

“Dopo la pandemia si riparte, di corsa, per il nostro ospedale e per la nostra città con il “CorriXVicenza e per la Fondazione San Bortolo” – ha spiegato il vicesindaco con delega alle attività sportive Matteo Celebron –. L’invito è di partecipare numerosi, come da tradizione, a questo bellissimo progetto all’insegna dello sport e della solidarietà: si potrà anche camminare in città lungo un percorso guidato da pacer volontari. Con il mio assessorato abbiamo sposato moltissime iniziative legate alla beneficenza, non da ultimo l’impresa di Loretta Pavan “Abbracciamo l’Italia” con la raccolta fondi a favore degli Amici del quinto piano. Il mio grazie va a tutte le associazioni sportive che contribuiscono alla realizzazione di progetti capaci di trasmettere i valori dello sport e della solidarietà insieme”.

L’iniziativa, aperta a tutti, runners, aspiranti runners e camminatori, viene proposta ogni martedì sera, nel rispetto delle attuali normative anticontagio, con ritrovo alle 19.30 nel piazzale interno “delle banche” di viale Battaglione Framarin e partenza alle 19.45/20.

Accompagnati da alcuni pacer volontari, i partecipanti verranno suddivisi in gruppi in base al ritmo scelto e potranno correre fino al ritmo di 4’30” al chilometro, correre-camminare o camminare, a passo lento o veloce, lungo le strade della città.

I percorsi, effettuati in modalità di allenamento e nel pieno rispetto delle normative di contrasto al Covid 19, interesseranno il centro storico e le zone periferiche di Vicenza.

È previsto un gruppo dedicato a chi comincia con la metodologia “corri-cammina-corri” che consente un approccio ideale al running.

Ai partecipanti viene chiesto il versamento di un contributo di almeno 1 euro destinato a sostenere la Fondazione San Bortolo nel suo impegno di aiutare l’Azienda sanitaria cittadina.

Secondo le normative attuali, i partecipanti, che chiaramente non dovranno trovarsi nelle condizioni di malattia/quarantena, dovranno rispettare i distanziamenti sia al ritrovo (indossando la mascherina), sia durante la corsa (dove non dovranno usare la tradizionale forma di protezione delle vie respiratorie, ma mantenere almeno 2 metri di distanziamento).

Inoltre, dovranno compilare, una tantum, un modulo di assunzione di responsabilità personale e sanitaria rispetto alla partecipazione alla seduta che viene svolta in modalità di allenamento. Il modulo è disponibile sui canali web e social di CorriXVicenza, Fondazione San Bortolo e Atletica Vicentina Run e andrà obbligatoriamente consegnato in occasione della prima partecipazione al ritrovo.

Il bilancio dei primi 4 anni: quasi 25 mila euro raccolti per la Fondazione San Bortolo

Tra l’estate 2016 e l’inverno 2020 l’iniziativa ha permesso di raccogliere un contributo pari a 24.197,50 euro che sono stati devoluti alla Fondazione San Bortolo.

L’importante cifra è stata raggiunta grazie al successo dell’iniziativa capace di coinvolgere anche oltre 200 podisti a sera, strutturata con un appuntamento fisso settimanale, ogni martedì, con la disponibilità di tanti pacers volontari e l’entusiasmo generato dalla corsa in forma collettiva con uno scopo sociale rilevante. Molti sono stati anche i riscontri sulla stampa e sui social che nel tempo sono cresciuti costantemente.

Maggiori informazioni sui siti e sulle pagine Facebook di CorrixVicenza, Atletica Vicentina Run e Fondazione San Bortolo.

-Pubblicità-