Marco Palano neo presidente Csv di Vicenza che il 7 febbraio festeggerà Padova Capitale del Volontariato Europeo 2020 con Mattarella

La musica e i volti del volontariato vicentino dal Presidente Mattarella. “È il mondo che cambia – Keep your voice up” la Canzone Europea del Volontariato di Luca Bassanese e del CSV parte da Vicenza per l’inaugurazione di Padova Capitale del Volontariato Europeo 2020

Marco Palano al Csv dall'Associazione Nazionale Carabinieri Asiago
Marco Palano al Csv dall'Associazione Nazionale Carabinieri Asiago
- Pubblicità -

Il Csv (Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Vicenza) sarà presente venerdì prossimo 7 febbraio alla Fiera di Padova con oltre un centinaio di volontari, ben due pullman, organizzati per festeggiare l’inaugurazione di Padova Capitale del Volontariato Europeo 2020 alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

L’occasione è doppiamente importante poiché durante la mattinata Luca Bassanese presenterà la Canzone Europea per il Volontariato, È il mondo che cambia – Keep your voice up, scritta proprio per il Csv di Vicenza con anche il contributo della Regione del Veneto. Tra i tanti volti del volontariato vicentino rappresentati nel video, caso vuole che il primo sorriso sia proprio quello del nuovo Presidente del CSV di Vicenza, Mario Palano, già a guida dell’Associazione Nazionale Carabinieri nel nucleo volontari di protezione civile di Asiago e con una lunga esperienza nel mondo del terzo settore. Il Consiglio Direttivo si è riunito recentemente, mentre l’Assemblea delle Associazioni aderenti a Volontariato in Rete sarà presto convocata per l’elezione dei nuovi consiglieri.

Il 2020 comincia quindi con grandi novità per il CSV berico, nella continuità però di un inteso programma, che è già stato delineato per questa annata così importante per tutto il volontariato veneto e italiano.

“E’ un inizio davvero emozionante – dichiara il Presidente Palano – sono onorato di questo nuovo ruolo, dopo tanti anni da consigliere. Il mio impegno rimane immutato e si arricchisce di rinnovato entusiasmo ed energia, in un anno che rappresenta così tanto per il mondo del volontariato. Venerdì sarà una giornata indimenticabile per i vicentini, il Presidente Mattarella in persona comprenderà con quanto sentimento, negli occhi e nei volti, si dedicano agli altri quotidianamente”.

“Ricuciamo insieme l’Italia”, è il titolo che racconta il valore di questa apertura dei lavori, il volontariato può essere l’elemento in grado di riconnettere il nostro paese con attenzione al presente e visione del futuro, della comunità e dell’ambiente che si vogliono costruire insieme, un lavoro quasi artigianale per coinvolgere tutti con cura, ascolto e tempo. Saranno ricordati testimoni significativi, da don Giovanni Nervo a Tom Benettollo, da Maria Eletta Martini a Luciano Tavazza. Sarà data parola a storie di “ordinario volontariato”, raccontato dai protagonisti e alcuni artisti e voci autorevoli – tra i quali Lella Costa, il nostro Luca Bassanese, Gherardo Colombo, Andrea Pennacchi ed Enrico Giovannini. Le attività continueranno dal pomeriggio del 7 febbraio, proseguendo l’8 e il 9, con una serie di appuntamenti in collaborazione con realtà nazionali e locali.

“Parlare di volontariato non è semplice. Parlarne attraverso una canzone nemmeno, abbiamo voluto dare ritmo, cuore, volti e sorrisi. Perché raccontare ciò che spinge gli esseri umani a creare comunità, ad aprirsi agli altri è qualcosa di intimo e delicato, senza distinzioni, senza barriere anzi, abbattendo i muri del cinismo attraverso l’azione quotidiana. Un impegno che vede ogni anno migliaia di persone in tutta Europa far parte di una grande famiglia, quella del volontariato Europeo” conclude Luca Bassanese.

“Luca ha saputo dare ritmo e voce all’azione dei volontari, ricordando che il mondo può cambiare se cambiamo anche noi, sono bellissime le parole della canzone e il ritmo coinvolge tantissimo. Ognuno di noi è la cura di questo mondo, una canzone che invita tutti a fare la differenza”, racconta Maria Rita Dal Molin direttore del CSV di Vicenza.

-Pubblicità-