Le colonne di Piazza dei Signori: il Leone marciano e il Redentore

- Pubblicità -

La colonna di San Marco venne eretta nel 1464, il Leone fu installato nel 1473, nove anni dopo. Il Leone ha il libro aperto in segno di pace, era ricoperto da una patina d’oro, per indicare ai forestieri che si trovavano a Vicenza Città dell’oro. Il leone fu scolpito dal lapicida Antonio da Milano. I soldati di Massimiliano, il 5 ottobre 1509 durante la guerra di Cambrai entrarono a Vicenza, ne fecero un caposaldo strategico distrussero il Leone. Nel 1797, con l’avvento di Napoleone i giacobini nostrani, rimossero dalla colonna il Leone.

Nel 1640 fu eretta, da Antonio Pizzocaro, la colonna del Redentore con in mano il mondo. Stemmi e fregi ornano la base esagonale delle colonne.
31 dicembre 1831- Il podestà Valmarana scrisse al Delegato Imperiale sullo stato del leone depositato ai magazzini comunali “essendo questa scultura di buon scalpello, per cui merita di essere conservata, seguendo il desiderio di alcuni cittadini, s’invoca la concessione di restituirlo al suo posto, sopra la colonna, ad ornamento di questa piazza. Pensiamo che la domanda possa incontrare la compiacenza della Cesarea Regia Delegazione pertanto si attenderanno le analoghe autorizzazioni”.

Luciano Parolin

– Pubblicità –

-Pubblicità-