La Newsletter di Repubblica del direttore Maurizio Molinari: la catastrofe del maltempo in Europa centrale, Grillo vede Conte e…

Alluvione in Germania, 3bmeteo
Alluvione in Germania, 3bmeteo
- Pubblicità -

Una catastrofe. È quella causata dal maltempo nell’Europa centrale. La strage provocata dalle alluvioni che hanno colpito soprattutto la Germania e il Belgio richiama l’attenzione sulla necessità di fare fronte alle conseguenze dei cambiamenti climatici. Questo il tenore delle reazioni arrivate da istituzioni, enti locali e forze politiche alle morti e agli ingenti danni nel Paese e negli Stati vicini: Lussemburgo e Olanda. Le vittime sono decine (almeno 70) ma la cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha detto che rischiano di essere molto di più. L’allarme si allarga anche ad altre zone d’Europa. Il racconto è dell’inviato Giampaolo Cadalanu, mentre Luca Fraioli intervista un grande climatologo, il commento è di Marta Dassù che ruota sul piano per il Green Deal e sulle condizioni della rivoluzione energetica. Sul Green Deal il corrispondente da Bruxelles Claudio Tito tratteggia le divisioni europee.

Ieri in un ristorante di Bibbona si sono incontrati il fondatore del M5S e Giuseppe Conte. Avrebbero siglato la tregua e deciso di rilanciare il Movimento. Nell’Atlante politico di Ilvo Diamanti si sottolinea come oltre il 70% dei grillini voglia Conte come leader. Anche Di Maio lancia un nuovo appello per una ritrovata unità. Nei sondaggi Lega sempre in testa ma tallonata da Meloni, ormai vicinissima, e Pd. Bufera nella destra sulle nomine Rai, esclusa proprio Meloni che ora medita vendetta nei confronti della Lega. Intervista a Mara Carfagna di Giovanna Vitale. La ministra si dice favorevole al Green Pass anti-virus. In cronaca Fabio Tonacci rivela un altro pestaggio di detenuti insabbiato dalle inchieste, è avvenuto nel carcere di Melfi.

Nei commenti Corrado Augias torna su Giorgia Meloni e il confine tra libertà individuale e tutela dei diritti collettivi, Carlo Galli sul significato politico della vittoria agli Europei, Stefano Folli sulle polemiche in merito alle nomine Rai e Viola Ardone sugli studenti di famiglie meno abbienti danneggiati dalla scuola in remoto e la responsabilità dei professori.

Nella Cultura Leonetta Bentivoglio intervista Marina Abramovic, mentre negli Spettacoli Arianna Finos parla a Cannes con il regista Marco Bellocchio, Palma d’oro d’onore al Festival.

Nello Sport viaggio nel Paris Saint Germain che è la società pigliatutto, dopo lo spagnolo Ramos ecco Donnarumma che l’Italia non ha saputo trattenere nonostante l’interesse della Juventus nei confronti del portiere. Reportage da Tokyo di Emanuela Audisio, una fotografia di un Giappone riluttante che si sente invaso dalle Olimpiadi. Ancora in edicola il supplemento sulle notti magiche degli azzurri agli Europei. E domani ci sarà Robinson, l’inserto culturale con Paolo Rumiz che racconta il nostro Mediterraneo.

Buona lettura,

Maurizio Molinari

Italia

Femminicidi, lo stalking non è più un’aggravante: “Così le donne indifese”. Un passo indietro di almeno 12 anni sulla difesa delle donne. Era il 2009 quando fu introdotto il reato di stalking e per l’omicidio della vittima fu aggiunta una specifica aggravante. Ma ieri le Sezioni unite della Corte di Cassazione hanno stabilito che l’omicidio, in quanto reato complesso, assorbe tutto il resto, compresi gli atti persecutori. In pratica, chi uccide paga solo per quello e non per quanto fatto in precedenza. (Repubblica)

 

Delitto Mattarella, la teoria di Falcone: “Aiuti esterni” ai killer della mafia. Desecretata l’audizione del magistrato davanti alla Commissione Antimafia del giugno 1990. La sua verità sull’ipotesi della pista nera e la convergenza di interessi sullo sfondo dell’omicidio. (Repubblica)

 

Cannabis light, boom di coltivazioni in Sardegna: in due anni triplicati gli ettari di terreno. In Sardegna c’è un boom di coltivazioni di cannabis light, con gli ettari di terreno destinati alla canapa che sono passati dai 400 del 2019 ai 1.300 del 2021. Ma il Centro Studi Agricoli chiede “regole certe” perché i coltivatori sono esposti a “fortissimi rischi di denunce e sequestri”. (Unione Sarda)

Mappamondo

La Farnesina: “Rischi per chi viaggia”. Studenti italiani bloccati all’estero: 300 a Dubai e 15 in Grecia. Nota di allerta della Farnesina per i viaggiatori all’estero: “Da gennaio 2020 perdura in tutto il mondo l’emergenza sanitaria causata da Covid-19. Tutti coloro che intendano recarsi all’estero, indipendentemente dalla destinazione e dalle motivazioni del viaggio, devono considerare che qualsiasi spostamento, in questo periodo, può comportare un rischio di carattere sanitario”. (Repubblica)

 

Usa-Russia, “Guardian”: Putin mosse gli 007 per far eleggere Trump. Secondo un documento rivelato dal quotidiano britannico, il 22 gennaio 2016 in una riunione al Cremlino con i servizi segreti il presidente russo invitò a “usare tutte le forze possibili per facilitare l’elezione di Trump”, candidato preferito perché “individuo impulsivo, mentalmente instabile e squilibrato, che soffre di un complesso di inferiorità”. (Guardian, Repubblica)

 

Corte di giustizia Ue: “Sì, il velo islamico può essere vietato al lavoro”. Sul posto di lavoro, in alcuni casi, può essere vietato l’uso del velo e di altri simboli religiosi visibili. Lo ha stabilito la Corte di giustizia dell’Unione europea, in merito a due casi intentati da donne musulmane in Germania, sospese rispettivamente da un asilo nido e da una catena di negozi, perché indossavano l’hijab. (Euronews)

Focus

Viaggio nei luoghi del G8 vent’anni dopo: parlano manifestanti, cronisti, magistrati, forze dell’ordine. Dal 19 al 22 luglio 2001 i leader dei paesi più industrializzati al mondo si incontrarono a Genova. E centinaia di migliaia di persone da tutto il pianeta arrivarono nel capoluogo ligure per chiedere agli “otto grandi” una globalizzazione più equa e sostenibile. Sono passati vent’anni dalle giornate del G8: torniamo nelle strade di Genova con i giornalisti che le raccontarono, i manifestanti che le hanno vissute nei cortei, i magistrati che hanno indagato nei processi, i rappresentanti delle forze dell’ordine. Cosa rimane di quella esperienza? (Repubblica)

Sport

Basket, Italia verso Tokyo. Sacchetti: “Mai vista una squadra così unita”. Gallinari: “È il sogno di una vita”. A dieci giorni dall’esordio nella rassegna a cinque cerchi, presentate le Nazionali azzurre. L’ala degli Atlanta Hawks: “Ero convinto della qualificazione, questa squadra è versatile e intercambiabile nei ruoli e anche io lo sarò. Il nostro è un girone molto difficile. Inginocchiarsi? Non penso sia permesso”. Il capitano Melli: “La forza di questa Italia è il gruppo, stiamo bene insieme”. (Repubblica)

La prima cosa bella

La prima cosa bella di venerdì 16 luglio 2021 è la festa per i 50 anni di Trinità: un cavallo, una barella, poi arriva Terence Hill, ma dal vivo. E si torna bambini. Ci sono film come madeleine, ti fanno tornare indietro a dov’eri e come, al momento esatto in cui l’hai visto: Guerre stellari, Il laureato, Il padrino. E Trinità. Erano le vacanze di Natale del ’70. (continua a leggere)

-Pubblicità-