La Newsletter di Repubblica col buongiorno del direttore Molinari: Draghi e Cartabia a S. Maria Capua Vetere, Green Deal Ue, il Papa esce e…

Buongiorno Rep di Maurizio Molinari
Buongiorno Rep di Maurizio Molinari
- Pubblicità -

Mario Draghi con la ministra della Giustizia Marta Cartabia è stato ieri nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Tra i detenuti dopo il pestaggio. Parole forti le loro e di grande responsabilità: “Lo Stato sta dalla parte della giustizia, non degli abusi. Le carceri sono da riformare e lo faremo. Il governo tutela i diritti ma la maggioranza della polizia li rispetta”. Battaglia con Conte sui tempi dei processi, già programmato un vertice tra Draghi e l’ex premier. Il commento è di Michele Ainis.

La Ue ha varato il suo Green Deal: via le auto inquinanti entro il 2035, taglio allo smog industriale, più tasse sui carburanti e raddoppio dell’energia rinnovabile. Ma il governo italiano teme un effetto boomerang, perché troppe imposte rischiano di rendere impopolari gli obiettivi verdi. Ne scrivono Claudio Tito e Luca Fraioli.

Papa Francesco ha lasciato l’ospedale Gemelli dopo l’intervento al colon. Sta bene, ha ringraziato medici e infermieri ed è tornato a Santa Marta, in Vaticano. In ospedale il Papa ha chiesto sobrietà. Giornali, riposo e niente tv per dieci giorni, il racconto è di Paolo Rodari.

Su Cuba scrive Roberto Fuentes, affacciando un sospetto: Raul Castro sarebbe tentato da un golpe militare. Ieri primo morto durante le proteste contro il regime e appello dei vescovi che chiedono lo stop alla violenza delle autorità.

Nei commenti Massolo analizza il ruolo dell’Italia nel Mediterraneoe soprattutto in Libia, mentre in Commissione alla Camera passa la linea del Pd: rinnovo dei fondi per i guardacoste di Tripoli, poi missione Ue. Andrea Gavosto interviene sulla scuola da curare dopo le ferite inferte dalla Dad e sottolineate dai test Invalsi sui maturandi: metà degli studenti quasi ignora il buon italiano. Sulla scuola scrive anche, nel sito, Michela Marzano, facendo un paragone tra Italia e Francia. In Cultura Marino Niola comincia un viaggio nel cibo dal titolo “Mangiare come Dio comanda”.

Nello Sport sguardi puntati sul raduno della Juventus che ritrova Massimiliano Allegri, ma non i giocatori impegnati nell’Europeo con le rispettive nazionali. Pubblichiamo inoltre il calendario della Serie A che per la prima volta non avrà un girone di ritorno speculare all’andata, scelta che dovrebbe aggiungere suspense al campionato. Il commento è di Stefano Bartezzaghi.

Oggi da non perdere l’inserto su carta patinata di 252 pagine dedicato alla vittoria della Nazionale nel campionato europeo di calcio. Una carrellata di immagini e ritratti scritti dalle migliori firme del nostro giornale. Domani sarà in edicola il “Venerdì” con la copertina che rende omaggio al sequel di “Come un gatto in tangenziale”, film in cui torna la coppia più improbabile del cinema italiano: Paola Cortellesi e Antonio Albanese.

Buona lettura,

Maurizio Molinari

-Pubblicità-