La Bcc Assi.Cra Veneto rinnova cda: alla guida il vicentino Gianfranco Sasso. Prospettive post Covid nella BancaAssicurazione

Presidente Sasso
- Pubblicità -

Assi.Cra Veneto, società del Credito Cooperativo Veneto partecipata dalla Federazione Veneta e dalle Banche di Credito Cooperativo affiliate al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea in assemblea per il rinnovo delle cariche sociali per il trienno 2020-2022 ha approvato il bilancio 2019 all’insegna della crescita e con prospettive post Covid nel comparto della BancaAssicurazione. I dettagli nella nota

Alla guida della società, che ha sede a Padova, è stato eletto Gianfranco Sasso, Presidente della Cassa Rurale ed Artignana di Brendola. Eletti nel Consiglio di amministrazione Mario Sarti (Presidente di Banca Annia), Pietro Pignata (Presidente di Credito Trevigiano), Gianni Barison (Direttore generale di Banca Patavina), Giovanni Tosetto (Direttore generale di Bcc Vicentino- Pojana Maggiore), Marco Pistritto (Iccrea Banca), Tiziano Cenedese (Presidente di Centromarca Banca), Loris Sonego (Presidente di Banca della Marca), Stefano Maria Luca Milani (Bcc Retail).

“Il 2019 è stato un anno importante per la società – commenta il Presidente Gianfranco Sasso. Un anno che ha portato non soltanto raccolta e ricavi per le 15 Banche di Credito Cooperativo che si affidano ai servizi della società, ma anche sviluppo, opportunità di formazione per i dipendenti, per i soci e per il territorio servito. Apprezzate anche le occasioni di incontro all’interno di eventi di informazione e di approfondimento di temi legati ai concetti di prevenzione, di protezione, di assicurazione”.

Sono 22 i professionisti del mercato assicurativo, coordinati dal Direttore Isabella Tiengo, in staff nella società assicurativa, che ha sede a Padova ma che lavora sul territorio veneto, e non solo, attraverso la rete degli sportelli delle BCC.

L’assemblea dei Soci ha quindi approvato un Bilancio d’esercizio positivo con una raccolta complessiva di 300 milioni di euro e un risultato economico per la società di 642 mila euro.

Ma è soprattutto l’attenzione alle esigenze delle Banche e dei loro clienti, insieme alla ricerca di soluzioni assicurative innovative e al rafforzamento dei servizi di assistenza, a fare la differenza. Fondamentale, in ottica cooperativa e mutualistica, l’impegno della struttura con il coinvolgimento di oltre 1000 addetti delle banche.

“Da evidenziare – rimarca il Presidente Sasso – il positivo andamento del segmento Protezione che nel 2019 registra un incremento di oltre il 20% rispetto al 2018. I risultati raggiunti sono il frutto di un modello organizzativo e distributivo vincente a supporto delle Banche, nell’ottica dello sviluppo della consulenza incentrata sul cliente e sui suoi bisogni di protezione.

Un modello che, nel periodo di emergenza sanitaria degli ultimi mesi, ha visto le Banche di Credito Cooperativo, supportate dalla struttura regionale, reagire prontamente al cambiamento trasmettendo vicinanza ai clienti. In questo contesto oggi si inserisce sempre di più la volontà delle nostre BCC venete aderenti al gruppo bancario cooperativo Iccrea di far crescere il ruolo sociale del sistema assicurativo- conclude Sasso- offrendo ad imprese, famiglie e privati una gamma di soluzioni di protezione ampia e competitiva”.


Clicca qui se apprezzi e vuoi supportare il network VicenzaPiù

-Pubblicità-