Italiani e Lockdown: gli hobby e i passatempi più gettonati

Lockdown
Lockdown
- Pubblicità -

Oltre alla paura per l’emergenza sanitaria, durante il lockdown a farla da padrone nelle case degli italiani è stata la noia. Le persone sono passate bruscamente da non avere tempo, ad averne troppo disponibile e non sapere come impiegarlo. Dopo un fisiologico periodo di assestamento però, in molti hanno compreso l’opportunità di dedicarsi un po’ a se stessi, magari riscoprendo alcuni hobby e passatempi in grado di rilassare un po’ la mente e tenere le mani impegnate. Scopriamo insieme quali sono stati i più gettonati.

Pizze, pane dolci e manicaretti

Durante il lockdown, un po’ per ingannare la noia, un po’ per rendersi utili in casa, gli italiani si sono riscoperti tutti cuochi e pizzaioli. Ora che la tensione per l’emergenza sanitaria sta finalmente calando, ripensare a quei momenti strappa sicuramente qualche sorriso. Ad un certo punto, dopo qualche giorno dall’inizio della quarantena, i social network sono stati letteralmente invasi da milioni di foto culinarie.

Pizze di ogni tipo, pane, dolci e manicaretti vari riempivano le bacheche degli utenti Facebook, e in alcuni momenti lo scroll equivaleva a sfogliare un menù da ristorante. A testimoniare il grande impegno che gli italiani hanno messo in cucina, la quasi totale scomparsa dagli scaffali dei supermercati di lievito e farina. A lievitare però, non sono stati solamente gli impasti delle pizze, ma anche i chili delle persone.

Sport, orto e giardino

Da una parte troviamo chi in quarantena ha più o meno felicemente messo su chili grazie al precedente hobby. Dall’altra invece ci sono tutti quegli italiani che hanno ingannato il tempo (e la bilancia) riscoprendo lo sport casalingo. Gli stessi social network sono stati testimoni di come alcune persone si siano attrezzate di tutto punto per mantenersi in forma. Via libera dunque al fitness e ad altre forme di allenamento praticamente a costo zero.

Durante il periodo di quarantena non si poteva ovviamente mettere piede fuori di casa. Per quelle persone che abitano in città, magari in spazi ristretti, non deve essere sicuramente stato un bel momento. Per molte altre però, ovvero per quelle che avevano disponibili orti e giardini, il lockdown ha rappresentato l’occasione per prendersene cura e per ritrovare un pollice verde che in altri periodi dell’anno viene tenuto in tasca per mancanza di tempo.

Giochi online e serie Tv

Per molte persone internet ha rappresentato una vera e propria ancora di salvezza durante il periodo di quarantena. Oltre a rimanere in contatto con i propri cari in questa separazione forzata, il web ha offerto la possibilità di alleviare ansia e stress con giochi online e serie Tv. Nel primo caso l’offerta è talmente variegata che c’era solamente l’imbarazzo della scelta. I siti a cui fare riferimento sono infatti moltissimi, come Scommesse24 ed altri ancora.

Poker, Roulette, Slot Machine, Video poker hanno permesso agli italiani di divertirsi in un periodo così difficile. Per quanto concerne le serie Tv, il lockdown ha rappresentato per i servizi di streaming l’occasione per incrementare i fatturati. Anche se, ad onor del vero, alcuni di questi servizi come Netflix, hanno attuato particolari promozioni sulle tariffe proprio per agevolare gli utenti, e permettere a tutti o quasi di rilassarsi con i loro episodi preferiti.

Lettura e giochi in scatola

Chi ama cucinare, chi allenarsi, chi giocare, e chi leggere. Non sono pochi gli italiani che durante la quarantena hanno riscoperto il piacere di gustarsi un buon libro in poltrona, magari mentre attendevano che l’impasto per la pizza lievitasse. Alcune persone hanno persino dichiarato di essersi avvicinate a questo mondo per noia, ma di non riuscire più a farne a mano. Come si suol dire, non tutti i mali vengono per nuocere.

Infine, ma non da ultimo, in molti hanno riscoperto anche come sia piacevole giocare in famiglia, magari con un buon gioco in scatola. Tra i più gettonati come sempre Monopoli, il battagliero Risiko, e Scarabeo. E per i più piccoli (ma anche per i più grandi), anche i Lego sono andati per la maggiore durante il lockdown. Sperando che queste buone e sane abitudini non vadano perse con il tempo.

-Pubblicità-