Il Comune offre 4,3 milioni di euro per Palazzo Thiene

- Pubblicità -
Il sindaco Rucco, tra gli assessori Zocca e Albiero

“Abbiamo formalizzato la proposta di acquisto di Palazzo Thiene, condizionandola al voto del consiglio comunale. Offriamo 4,3 milioni di euro con richiesta che su tale importo non venga applicata l’Iva per diventare proprietari di questo storico edifico Unesco, simbolo della vicentinità”.

L’annuncio è del sindaco Francesco Rucco che ha messo nero su bianco l’offerta rivolta a Immobiliare Stampa Spa, proprietaria dell’immobile. Quest’ultima dovrà esprimersi entro il 30 aprile. Se la proposta di acquisto sarà accolta dal fondo immobiliare, l’operazione sarà sottoposta al voto del consiglio comunale entro il 21 maggio per il via libera definitivo e il successivo rogito.

“Si tratta di un’offerta – ha precisato il sindaco Rucco che ne ha dato notizia accompagnato dagli assessori al bilancio Marco Zocca e al patrimonio Roberta Albiero – che sta ampiamente all’interno del prezzo di perizia indicato dall’agenzia delle entrate. Questo passo, importante non solo per Vicenza ma per l’intera provincia, è stato fatto in modo estremamente ponderato. Giovedì ne darò comunicazione al consiglio comunale, ricordando che mi sono mosso esclusivamente sulle orme di una posizione ampiamente condivisa e chiaramente riassunta in una mozione bipartisan”.

La trattativa privata, percorso scelto dall’amministrazione per tentare l’acquisto della storica sede della Banca Popolare, consente di trattare sul prezzo dell’acquisto e sull’esenzione dell’Iva.

In caso di accettazione dell’offerta del Comune, soltanto lo Stato, che finora non si è mosso per salvaguardare il futuro del palazzo, potrebbe esercitare una prelazione sull’acquisto.

-Pubblicità-