Ieg e VicenzaOro, incontro sui rischi della digitalizzazione: “contraffazione danno da 400 milioni”

VicenzaOro
- Pubblicità -

Mario Peserico, Presidente di Assorologi e Dody Giussani, Editor in Chief de L’Orologio, sul palco di The Stage of Voice, nell’ultimo giorno di manifestazione targata Italian Exhibition Group, per supportare le aziende del comparto nella lotta alla contraffazione online. Quasi 2 miliardi di beni contraffatti e un impatto diretto sull’occupazione del settore di 15000 posti di lavoro. Sono gli effetti della contraffazione nel settore orafo-gioielliero europeo, secondo i dati più recenti di Indicam. Il danno complessivo della contraffazione in ambito orafo-gioielliero si stima di circa €3.5 miliardi di euro, mentre il danno per le mancate entrate fiscali equivale a 600 milioni di euro.

In Italia, il danno si quantifica con €400 milioni euro sul totale delle vendite (pari al 20,5%) e a una perdita di 3500 posti di lavoro – un record che il nostro Paese vanta sugli altri membri dell’Unione Europea. Sono questi alcuni dei dati sul fenomeno della contraffazione che verranno discussi nell’ultima giornata di VOICE, Vicenzaoro International Community Event, la manifestazione targata Italian Exhibition Group e prima kermesse dell’industry dei preziosi dopo il lockdown.

L’emergenza del COVID-19 ha accelerato un trend già in atto, nel settore orafo-gioielliero come in tutto il sistema economico nazionale: quello della digitalizzazione. Sebbene uno shift dal “fisico e analogico” porti con sé numerose opportunità, è necessario essere altrettanto consapevoli delle sfide che questa realtà inedita comporta, che a volte sono del tutto inaudite, mentre in altri casi sono la semplice traslazione di fenomeni già ben conosciuti, come quello della contraffazione – che oggi si replica nella dimensione digitale in maniera analoga a quanto ha fatto finora in quella fisica.

Dalle 11.30 alle 12.30, sul palcoscenico interattivo allestito nel cuore della Hall 7, The Stage of Voice, Mario Peserico, Presidente di Assorologi e AD di Eberhard, e Dody Giussani, Editor in Chief de L’Orologio, analizzano il tema della contraffazione online – mai come ora attuale – nel corso del convegno “L’anticontraffazione online, strumenti e strategie”, con i preziosi contributi del Generale di Brigata Renzo Nisi, Comandante del Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza; della Dottoressa Laurence Morel-Chevillet, IP & Brand Protection Director; del Dottor Luca Vespignani, Amministratore Delegato DcP (Digital Content Protection) e del Dottor Alessandro Nicolis, Brand Relations Manager Amazon.

L’evento, in linea con uno dei principali obiettivi della manifestazione, ovvero quello di promuovere una sicura ed efficace digitalizzazione delle Piccole e Medie Imprese del comparto in Italia, ha l’obiettivo di delineare con precisione l’entità del fenomeno, da contestualizzare a valle del boom delle vendite online che ha interessato il settore anche a causa del recente lockdown.

 

 

-Pubblicità-