I volontari anti-droga continuano a fare prevenzione a Vicenza

- Pubblicità -

Un nuovo rapporto sulla situazione europea e sui mercati delle sostanze illegali è stato preparato dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (EMCDDA) ed uscirà il 22 Settembre. Questo documento descrive la situazione della droga alla fine del 2019, insieme ai recenti cambiamenti introdotti dalla pandemia COVID-19 all’inizio del 2020.

Dall’ultimo report si constatava che con il commercio di strada fortemente compromesso dalle restrizioni che ha influito anche la circolazione, i consumatori e i rivenditori si stanno sempre più rivolgendo a metodi alternativi, incluso l’uso di mercati darknet, piattaforme di social media e app di comunicazione crittografate, con pagamenti senza contanti e meno interazioni faccia a faccia.

Ma mentre la logistica potrebbe essere cambiata, lo spostamento di grandi quantità di droghe tra gli Stati membri dell’UE non è cessato, nonostante i controlli alle frontiere, a causa della continua mobilità delle merci attraverso l’Europa. Vi sono meno prove di interruzioni a livello di importazione all’ingrosso. Il traffico di stupefacenti per via marittima continua a livelli simili al periodo pre-pandemico, sebbene vi sia stata una netta interruzione nel traffico di passeggeri nel trasporto aereo. Il traffico di cocaina attraverso container marittimi continua a livelli comparabili al 2019 e il numero di sequestri di cocaina in alcuni Paesi è aumentato.

Per questo le attività di prevenzione dei volontari dell’associazione Mondo Libero dalla Droga non si sono fermate, anzi hanno colto l’occasione per organizzare dei webinar informativi gratuiti e delle distribuzioni di materiale informativo, come è accaduto a Vicenza nel week-end.

I volontari sanno bene che “L’arma più efficace nella guerra contro le droghe è l’istruzione.” come scrisse l’umanitario L. Ron Hubbard ed è questa la forza che motiva i tanti anni di attività per portare la verità sulla droga in ogni città italiana. Oggi più che mai il nostro Paese deve rimanere unito, anche nella lotta alla droga.

 

 

Ufficio Stampa

Mondo Libero dalla Droga

-Pubblicità-