Operazione “Good Boys” nel Bassanese: arresti e denunce per spaccio di sostanze stupefacenti

- Pubblicità -

Alle prime ore dell’alba del 30 e 31 luglio 2020, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bassano del Grappa, con l’impiego di circa 60 militari del Comando Provinciale di Vicenza e l’ausilio di unità cinofile della Polizia Locale di Thiene, Carole e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza, hanno dato esecuzione a 19 perquisizioni personali e locali, delegate dalla Procura della Repubblica di Vicenza, nell’ambito dell’operazione convenzionalmente denominata “GOOD GUYS”, iniziata nel mese di marzo 2019.

A Bassano del Grappa, Tezze sul Brenta, Romano d’Ezzelino, Pieve del Grappa (Treviso) e San Zenone degli Ezzelini (Treviso), sono stati eseguiti dieci decreti di perquisizione domiciliari e personali, emessi dalla Procura della Repubblica di Vicenza, che hanno portato all’arresto di un giovane 28enne di Bassano del Grappa arrestato in flagranza di reato per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, trovato in possesso nella sua abitazione di una serra contenente14 piante di marijuana in piena infiorescenza, ognuna delle quali dell’altezza media circa 1 metro, 18 grammi della medesima sostanza già essiccata, nonché bilancini elettronici, telefono cellulare, materiale per il confezionamento/produzione stupefacente, somma denaro contante pari a circa euro 850,00, ritenuta provento dell’attività di spaccio. In attesa dell’udienza di convalida, l’arrestato è stato tradotto presso propria abitazione in regime di arresti domiciliari su disposizione del Pubblico Ministero di turno – dott.ssa Maria Elena Pinna. Questa mattina si è svolta l’udienza di convalida innanzi al Tribunale di Vicenza. Arresto convalidato ed applicata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione in caserma.

Sono stati invece denunciati in stato di libertà, per lo stesso reato, un 22enne di San Zenone degli Ezzelini (TV), trovato possesso grammi 60 marijuana. Sono stati poi segnalati come consumatori un 23enne di Bassano del Grappa (VI), trovato possesso grammi 7.5 marijuana; una 21enne di Bassano del Grappa, trovata possesso di grammi 5 di marijuana e bilancino di precisione; un 24enne di Bassano del Grappa, trovato possesso grammi 0,6 marijuana e bilancino precisione.

Venerdì 31 luglio a Bassano del Grappa (VI), Rosà (VI), Rossano Veneto (VI), Mussolente (VI), Romano d’Ezzelino (VI) e Vicenza, sono stati eseguiti ulteriori nove decreti di perquisizione domiciliari e personali, emessi dalla Procura della Repubblica di Vicenza, dai seguenti esiti: un giovane 24enne di Romano d’Ezzelino è stato arrestato in flagranza di reato per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, trovato in possesso nella sua abitazione di circa 600 grammi di marijuana suddivisa in una decina di dosi da oltre 50 grammi ciascuna, nonché bilancini elettronici e la somma in denaro contante pari a circa 170 euro ritenuta provento dell’attività di spaccio. In attesa dell’udienza di convalida, l’arrestato p stato tradotto presso propria abitazione in regime di arresti domiciliari su disposizione del Pubblico Ministero di turno – dott.ssa Maria Elena Pinna.

Sono stati segnalati in prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti un 24enne di Rosà segnalato Prefettura Vicenza per possesso gr.33 di marijuana; 21enne di Mussolente segnalato alla Prefettura Vicenza per possesso gr.3,2 di marijuana; 27enne di Bassano del Grappa segnalato alla Prefettura per possesso di gr.3 di marijuana; 25enne di Rosà segnalato alla Prefettura per possesso di gr.9 di marijuana: 26enne di Bassano del Grappa segnalato alla Prefettura per possesso di gr.13 di marijuana.

Tutta l’operazione ha portato all’arresto di 9 (nove) persone di cui 2 (due) donne dal 27 settembre al 19 febbraio 2020,10 (dieci) persone 11 ottobre 2019 al 29 maggio 2020 denunciate,20 (venti) giovani 22 luglio 2019 al 14 febbraio 2020 segnalati.

Sono stati sequestrati  oltre 700 grammi di cocaina 1 kilo e 300 grammi circa di hashish
1 kilo e 360 grammi circa ed una serra con 14 piante in piena infiorescenza di marijuana 150 semi di marijuana O,4 grammi chetamina  12.7 grammi funghi allucinogeni. Sequestrati inoltre oltre 16.000 euro, numerosi bilancini di precisione, sostanze da taglio, grinder, buste per il confezionamento, un’intera serra per la coltivazione

-Pubblicità-