Giornata internazionale contro l’omobitransfobia e sostegno a Ddl Zan: eventi di associazioni vicentine dal 15 al 17 maggio

Gay pride
Gay pride
- Pubblicità -

17 maggio 1990: l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) cancellava l’omosessualità dall’elenco delle malattie mentali. In occasione della Giornata internazionale contro l’omobitransfobia le associazioni AGEDO Vicenza, Arcigay Vicenza, Bocciodromo, DELOS, La Parola, MaiMa, Rete Genitori Rainbow e Vicenza Pride si mobilitano per dare risalto a questa Giornata riconosciuta da UE e ONU, ed a sostegno del ddl Zan. Anche quest’anno, nel rispetto delle regole vigenti in materia di prevenzione Covid-19, parecchie saranno le iniziative nella nostra provincia dedicate a una delle ricorrenze più importanti per la comunità LGBT+. “Una tradizione che si ripete ormai da anni e che vede coinvolti volontari, studenti e istituzioni. Lo scopo è quello di rafforzare l’impegno comune affinché le persone non siano più additate o discriminiate a causa del loro orientamento sessuale o per la loro identità di genere”, affermano in una nota i presidenti delle varie associazioni.

A Vicenza sono stati organizzati diversi eventi:

15 Maggio ore 15.00 Arcigay Vicenza organizza in Piazza delle Erbe uno spazio social per raccogliere le foto ritratto che comporranno l’Abbraccio della Basilica in versione virtuale. Promuove inoltre AbbracciamoVi, concorso artistico-letterario in scadenza all’11 giugno;

16 Maggio ore 17.30 Vicenza Pride propone “QUEER, danza e rivoluzione”, conversazione con lo scrittore artista Damiano Fina e l’analista biografico a orientamento filosofico Andrea De Pasquale, presso il CSA Bocciodromo di Vicenza;

17 Maggio ore 18.30 di fronte a palazzo Trissino in Corso Palladio l’Assemblea Transfemminista del Bocciodromo organizza “Vogliamo di più!”, performance contro l’omolesbobitransfobia;

17 Maggio ore 20.00 La Parola Vicenza propone una Liturgia per la giornata contro l’omofobia celebrata da Don Dario Vivian presso la parrocchia di San Carlo al Villaggio del sole, anche in diretta online sulla pagina Facebook della Associazione La Parola e UP Porta Ovest;

17 maggio ore 20.30 MAIMA E Pantaloni Rosa racconteranno online il loro “Decalogo di buone pratiche per una società più inclusiva” con la partecipazione di 11 amministrazioni comunali.

“Quest’anno le Giornata Internazionale assume ancora maggiore importanza alla luce del DDL ‘Misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità’ in discussione in Senato. Il nostro augurio è che il nostro Paese adotti quel genere di misure già esistenti in molte altre democrazie che nulla tolgono alla libertà di espressione e di pensiero, ma che rappresentano una necessaria tutela per tutti quei cittadini che subiscono violenza e discriminazione perché gay, lesbiche, bisessuali, trans o altro.”

-Pubblicità-