Furti con danneggiamento di auto in viale Eretenio, denunciati due ladri e restituita la refurtiva

- Pubblicità -

Due stranieri senza fissa dimora di 35 e 40 anni sono stati denunciati dal Nucleo operativo speciale del Comune per ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli. Il materiale, che era stato rubato da un’auto in sosta dopo averne mandato in frantumi un finestrino, è stato restituito al proprietario.

L’intervento si inserisce nella capillare attività di monitoraggio che la polizia locale esegue sul territorio, tramite appostamenti in borghese e controllo delle telecamere di videosorveglianza, anche per contrastare i recenti episodi di danneggiamento di veicoli in sosta.

Ringrazio a nome dell’amministrazione i nostri agenti – dichiara il consigliere comunale con delega alla sicurezza Nicolò Naclerio in un comunicato – Essere dappertutto ed in ogni momento è impossibile, ma la caparbietà e la professionalità dei nostri uomini ha permesso la pronta identificazione di due malviventi autori di danneggiamenti così fastidiosi e deleteri per i nostri cittadini”.

I due uomini denunciati, D.A. (40 anni) e M.M. (35 anni), entrambi stranieri senza fissa dimora, sono stati fermati nella serata di lunedì 11 gennaio in contra’ Ponte Furo, mentre si aggiravano con fare sospetto.

Proprio in quella zona, due notti prima era avvenuto un furto ai danni di un’automobile parcheggiata lungo viale Eretenio, da cui erano stati asportati alcuni indumenti ed un paio di occhiali da sole, dopo aver mandato in frantumi uno dei vetri del veicolo. Il fatto era stato registrato dal sistema di videosorveglianza.

I due uomini notati ieri sera, per sembianze, abiti e modo di camminare, erano riconducibili agli stessi soggetti che avevano perpetrato il furto sull’auto e per questo motivo è prontamente scattato il controllo.

Una volta fermati, i due sono risultati privi di documenti e sono stati pertanto condotti al Comando di polizia locale per essere sottoposti a foto segnalamento.

Durante la perquisizione, inoltre, in uno zaino sono stati rinvenuti diversi strumenti di effrazione, tra cui pinze, cacciaviti, un tronchese, una forbice appuntita, un set di sette chiavi combinate, uno spray al peperoncino ed alcune lame. In un secondo zaino c’erano diversi indumenti, tra i quali un berretto di lana e un paio di occhiali con custodia facenti parte della refurtiva sottratta dall’auto due notti prima. E’ stata inoltre recuperata una stazione wifi.

Non essendo in grado di fornire una valida spiegazione per il possesso del materiale ed avendo entrambi precedenti specifici per furti su veicoli, i due uomini sono stati deferiti all’autorità giudiziari, mentre tutti gli strumenti sono stati sottoposti a sequestro penale. Gli oggetti compendio di furto sono stati restituiti al proprietario.

 

-Pubblicità-