Fondo risparmiatori, a San Valentino incontro al Mef: ma niente “baci” da avvocati Bettiol e Moschini

Associazioni riunite nella Cabina di regia al Mef per Fondo Indennizzo risparmiatori
Associazioni riunite nella Cabina di regia al Mef per Fondo Indennizzo risparmiatori
- Pubblicità -

Una riunione sul FIR è stata convocata il 14 febbraio (giorno della festa di San Valentino) al Ministero dell’Economia a Roma. Di seguito le posizioni espresse dall’Avvocato Matteo Moschini per il Movimento Difesa del Cittadino e la lettera dell’Avv. Prof. Rodolfo Bettiol per la Cabina di Regia di 15 Associazioni


Il Movimento Difesa del Cittadino non prenderà parte all’incontro convocato al M.E.F. in data 12 febbraio per il 14 febbraio. ‘Riteniamo di aver svolto fino in fondo il nostro compito, afferma Matteo Moschini di M.D.C. Veneto, ‘avendo preso parte a tutti gli incontri sino ad ora convocati presso il Ministero e avendo messo a punto, assieme alle altre associazioni facenti parte della Cabina di Regia, una proposta di legge estremamente precisa ed articolata.

Tale proposta, peraltro, non è stata minimamente tenuta in considerazione dall’esecutivo; se, infatti, la proposta approvata alla Camera dei Deputati teneva conto di molti dei nostri suggerimenti ed era conforme alla normativa comunitaria e a quella interna, la proposta approvata al Senato e contenuta nella Legge di Bilancio per il 2019 recepiva le indicazioni provenienti da precisi e ben noti ambienti e, a quanto pare, come da noi segnalato sin da subito, presenta significative difformità alla normativa comunitaria e a quella interna.

Pretendiamo quindi’ conclude Moschini, ‘che la politica onori il mandato ricevuto dai risparmiatori, si assuma le sue responsabilità e mantenga le promesse effettuate più e più volte in campagna elettorale e, da ultimo, in occasione dell’happening svoltosi a Vicenza lo scorso 9 febbraio’.


Illustre Sottosegretario Villarosa,

Nel ringraziarvi per la convocazione che sembrerebbe prova di disponibilità a un proficuo dialogo vogliamo precisare quanto segue.

Va rilevato come il testo definitivamente approvato del fondo di ristoro non corrisponda al testo approvato in prima battuta dalla Camera dei Deputati in merito al quale erano state formulate proposte di modifica da parte delle Associazioni presenti, proposte che la S.V. aveva manifestato l’intenzione di condividere.

L’intervento in altra sede di una sola persona ha fatto si invece che il testo definitivo fosse del tutto diverso. Aggiungiamo che alla riunione del 29/01/2019 la S.V. ha dichiarato che una parte del decreto attuativo relativo alla modulistica sarebbe stato emanato nel giro di una settimana. Per ragioni inerenti all’organizzazione del Ministero occorreva attendere ancora 45 giorni per l’emanazione del decreto attuativo nella sua integrità. Nessun decreto è stato emanato. Il Vice Premier On. Di Maio ha nell’incontro di Vicenza del 09/02/2019 dichiarato che il decreto attuativo addirittura l’erogazione dei fondi sarebbero avvenuti in settimana.

Lei comprenderà certamente come da parte nostra vi sia più di un ragionevole sospetto sulla volontà di dare attuazione al fondo e comunque sull’utilità di un ulteriore incontro. Non di meno vogliamo fare un’apertura di credito nei Suoi confronti per l’apertura dimostrata alle nostre istanze negli incontri che si sono già avuti. E’ necessario però che la procedura dell’incontro sia diversa. Non vogliamo che la stessa si risolva in una mera illimitata nel tempo enunciazione dei desideri delle associazioni, ma abbia al contrario una forma dialogica con la quale si possano approfondire le problematiche e le difficoltà per l’attuazione immediata del fondo indennizzo risparmiatori.

Nel ringraziarLa per l’attenzione porgiamo cordiali saluti.

Cabina di Regia di 15 Associazioni.

Avv. Prof. Rodolfo Bettiol

-Pubblicità-