Fir, Zanettin (FI) propone modifiche alla legge sui rimborsi ai risparmiatori: “indennizzi al 100%, escludere redditi forfettari”

On. Pierantonio Zanettin interviene in aula
On. Pierantonio Zanettin unico vicentino in commissione banche interviene in aula
- Pubblicità -

Il deputato di Forza Italia Pierantonio Zanettin, unico vicentino componente la Commissione parlamentare di inchiesta sulle banche e sul sistema finanziario ha annunciato in una nota la richiesta, a nome del suo partito di ”importanti modifiche alla disciplina del Fondo Indennizzo Risparmiatori, dopo il suo sostanziale fallimento”, con riferimento ovviamente alle banche fallite e alle conseguenze nefaste per aziende e famiglie. Quali siano queste modifiche è presto detto.

“Si proceda all’immediatezza liquidazione al 100 per cento degli indennizzi, abbandonando la fallimentare procedura degli acconti; per calcolare Il prezzo di carico di obbligazioni e azioni si faccia riferimento solo all’ultimo valore indicato nel rendiconto titoli, antecedente la liquidazione coatta amministrativa delle banche; l’erogazione del FIR in regime semplificato , con riferimento ai redditi 2018, non tenga conto dei redditi forfettari, così come invece previsto, con effetto retroattivo, dalla legge di bilancio 2020 – prosegue Zanettin -, componente la Commissione parlamentare di inchiesta sulle banche e sul sistema finanziario.“Queste nostre proposte – aggiunge -tendono tutte a semplificare il lavoro della Commissione Tecnica, finora quasi paralizzata da una legislazione confusa e di incerta applicabilità. Dopo l’ultimo scostamento di bilancio si è aperta una fase nuova di dialogo tra maggioranza ed opposizione. Ci aspettiamo quindi dal Governo – conclude il deputato forzista vicentino – umiltà e disponibilità a collaborare nell’esclusivo interesse delle decine di migliaia di risparmiatori, che da anni attendono vengano mantenute le tante promesse tradite”.

-Pubblicità-