Fir (Fondo indennizzo Risparmiatori): la situazione… degli spot pubblicitari del fu (sotto)governo con alcune associazioni complici o appiattite

Rispamiatori soci delle banche azzerati
Rispamiatori soci delle banche azzerati
- Pubblicità -
«In un momento di “confusione” e/o silenzio generale chiediamo cortesemente, ma con urgenza, un aggiornamento numerico sulle “pratiche” degli indennizzi del Fir (Fondo Indennizzo Risparmiatori) suddivisi tra approvati, erogati, istituiti, da valutare. Sono ben accetti anche eventuali commenti».
Risparmiatori soci BPVi e Veneto Banca che manifestavano per indennizzi a Piazza dei Signori a Vicenza
Risparmiatori soci BPVi e Veneto Banca che manifestavano per indennizzi a Piazza dei Signori a Vicenza

Così scrivevamo dal 31 ottobre al 2 novembre in un serie di mail a Mef, a Consap e a praticamente tutte le associazioni di risparmiatori vittime delle banche saltate: BPVi, Veneto Banca, Popolare dell’Etruria e del Lazio, CaRiFe, Banca Marche e CariChieti le più note e consistenti oltre a altre Popolari, piccole ma non per chi ci aveva bruciato i suoi risparmi e che nel tempo scovammo proprio noi per segnalarne i loro soci come aventi diritto agli indennizzi.

Può esserci sfuggito qualche indirizzo e ce ne dispiace per cui allora questa nota valga come richiesta pubblica anche a chi mancasse nella nostra mailing list oltre che ai singoli risparmiatori che ci potranno scrivere ancora oggi per segnalare i loro casi a [email protected].
Ebbene nulla ad oggi, nei fatti, ha risposto il MEF, il ministero che ha politicamente in mano le stecche del biliardo per indirizzare nelle buche (le tasche dei risparmiatori) le bocce (gli anticipi del 40% e fino al 100%, a parole, sul 30% fissato come indennizzo massimo  con un tetto di 100.000 euro).

Solo Consap, che spesso è stata al centro delle polemiche anche se il suo ruolo era ed è stato quello del puro raccoglitore di dati e domande, pur fra innegabili intoppi di un software complesso anche per la natura confusionaria della legge sul FIR che si è voluto sostituire alla 205, quella sì a prova di pallottoliere, rispose con una premessa riservata e con una conclusione ottimistica: «in risposta alla Sua richiesta la informo che la Commissione tecnica ha deliberato di non fornire a terzi informazioni sui dati e sugli esiti delle istruttorie. Pertanto si fa presente che sull’esito della domanda di ammissione saranno informati di volta in volta i diretti interessati. In ogni caso, le posso confermare che i rimborsi stanno procedendo celermente senza problemi».

Domande e (non) risposte erano state fatte, le une, e ricevuta, l’altra, dal 31 ottobre al 2 novembre 2020.

Matteo Salvini con Luigi Ugone
Matteo Salvini con Luigi Ugone

Commentiamo con questo semplice memo oggi 17 febbraio 2021… i non fatti (imisfatti?) oltre agli spot pubblicitari di alcune associazioni che a quell’epoca si sbrodolavano in encomi pubblici del nulla ma offerti alle penne di certi giornalisti che, con scarpe ben lucidate e con suole ben poco consumate, si rivolsero ad associati i cui nomi furono richiesti alle associazioni amiche dalla fu segreteria del fu sotto segretario senza deleghe alle banche Villarosa purché fossero allineati nell’inchino, che oggi sa tanto di corpo posto a 90°…

Vi evitiamo la pubblicazione dei testi delle mail con cui quella segreteria chiedeva alle associazioni amiche nomi, cognomi e indirizzi dei… “collaborazionisti”. Ve la evitiamo, avendo i testi in archivio, per il rispetto dovuto a chi, truffato prima dal sistema e poi preso in giro da associazioni “affariste” con chi già era stato spolpato, ancora aspetta quattro centesimi di un misero rimborso, ancor più vitale quando il Covid sta dilaniando le risorse economiche di tutti e tra questi tutti ci sono coloro che i loro risparmi li hanno persi da ben prima della pandemia.

Patrizio Miatello, Rodolfo Bettiol e Loris Mazzon: protagonisti della nascita del FIR (Fondo Indennizzi risparmiatori)
Patrizio Miatello, Rodolfo Bettiol e Loris Mazzon: protagonisti della nascita del FIR (Fondo Indennizzi risparmiatori)

Ad oggi, ecco i fatti, quota parte dell’indennizzo del FIR l’hanno ottenuta solo coloro che, aderenti ad altre associazioni non politicizzate, (cfr. «FIR, Bettiol:”collaborando con Consap gli associati a Ezzelino III da Onara hanno incassato gli indennizzi chiesti nel 2019. E ora via con integrazioni”») né si inchinarono né fecero inutili guerre mediatiche ma si impegnarono già nel 2019 a compilare correttamente i moduli richiesti risolvendo con i tecnici di Consap e delle associazioni serie, ben poche nel panorama generale, i dilemmi posti da norme, comunque, contorte come le menti di chi le volle sostituire a quelle lineari della 205 per interessi non certo lineari.


 

Sei arrivato fin qui?

Se sei qui è chiaro che apprezzi il nostro giornalismo, che, però, richiede tempo e denaro.  I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per la stampa indipendente ma puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per darti moltissime notizie gratis e solo alcune a pagamento. Se vuoi continuare a leggere in futuro i nostri articoli e ad accedere per un anno a tutti i contenuti PREMIUM, al nostro archivio web e cartaceo, alle Newsletter online e a molte iniziative in esclusiva per te puoi farlo al prezzo di un caffè, una birra o una pizza al mese.

Clicca qui e diventa Partner, Amico, Sostenitore o Sponsor

Grazie, Giovanni Coviello

Opzioni nuove ViPiù Freedom Club
Opzioni nuove ViPiù Freedom Club

 

-Pubblicità-
Giovanni Coviello
Ho il piacere e l'onore di dirigere queste testate Dopo un'iniziale esperienza come ricercatore volontario universitario (1976-77)e il servizio militare in Marina Militare come ufficiale di complemento (1976-78) ho maturato varie esperienze di vertice, nazionali e internazionali, nel settore delle telecomunicazioni e dell'informatica (1978-1993), ho ricoperto cariche in Confindustria Roma e Apindustria Vicenza, quindi mi sono occupato di marketing e gestione sportiva (volley) anche da vice presidente della Lega di Pallavolo Femminile di serie A, per poi dal concentrarmi dal 2008 sulle edizioni giornalistiche (VicenzaPiù, VicenzaPiu.com e VicenzaPiu.tv). Ho fondato nel 2019 anche Laltravicenza.it, Parlaveneto.it e Bankileaks e dirigo da luglio 2020 la nuova testata nazionale DeepNews.it