Feltri “Libero” da Ordine giornalisti vorrebbe “Hitler al governo”: sarà assessore all’Istruzione in Veneto al posto di “Faccetta nera” Donazzan?

Feltri Vittorio
Feltri Vittorio
- Pubblicità -

Vittorio Feltri, che da giornalista iscritto all’ordine definì Hitler “severo ma giusto”, ma continua a fare il direttore (non responsabile) di Libero. E libero di sparare “minchiate”, termine usuale per lui stesso, Feltri pretende di esserlo a maggior ragione perché non è più iscritto all’Ordine da giugno 2020. Così continua ad essere invitato in trasmissioni televisive giornalistiche per esprimere opinioni politiche che si vorrebbe fossero più precise e pertinenti di quelle da bar, spesso chiusi causa Covid, dato che vengono da un giornalista, in effetti “ex” come non più iscritto all’ordine.

E così ieri Feltri ha fatto arrabbiare la collega Palombelli su Rete4 intervenendo su una domanda rivolta a un altro ospite “chi vorrebbe al governo” e rispondendo “Hitler”. Che bricconcello! Oggi tutti a scandalizzarsi ed indignarsi, ma che volete da lui? Lui è libero di dire ciò che vuole e i colleghi sarebbero liberi di non dargli retta e di non invitarlo mai più in trasmissione, se volessero.

Rimasto orfano di ordine ma non di ospitate, potrebbe, però, ecco la nostra proposta, sempre fare l’assessore all’Istruzione in Veneto, dove l’apologia del regime fascista (non applicabile tecnicamente a quello di Hitler ma…) viene derubricata a libera espressione e al massimo, se canti Faccetta Nera in diretta nazionale elencando le cose buone di Mussolini, vieni rimproverato un po’ in consiglio regionale, come è accaduto di recente ad Elena Donazzan.


Sei arrivato fin qui?

Se sei qui è chiaro che apprezzi il nostro giornalismo, che, però, richiede tempo e denaro.  I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per la stampa indipendente ma puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per darti moltissime notizie gratis e solo alcune a pagamento. Se vuoi continuare a leggere in futuro i nostri articoli e ad accedere per un anno a tutti i contenuti PREMIUM, al nostro archivio web e cartaceo, alle Newsletter online e a molte iniziative in esclusiva per te puoi farlo al prezzo di un caffè, una birra o una pizza al mese.

Clicca qui e diventa Partner, Amico, Sostenitore o Sponsor

Grazie, Giovanni Coviello

-Pubblicità-
Tommaso De Beni
Giornalista pubblicista dal 2020 nato nel Basso Vicentino nel 1987, laureato in Teoria e critica letteraria. Ex presidente dell'associazione culturale e redattore della rivista "ConAltriMezzi". Ho pubblicato racconti nelle raccolte "Write not die" ed "Escape" e poesie in siti vari e "Pagine". Ospite della trasmissione televisiva "MattinaInFamiglia" nel 2013. Ex collaboratore di PopcornTv, Notizie.it, BlastingNews e Vvox