E-Distribuzione (gruppo Enel), nuovo simulatore di mobilità elettrica per accelerare l’installazione di infrastrutture di ricarica

parcheggio-auto-elettriche
parcheggio-auto-elettriche
- Pubblicità -

Favorire la diffusione della mobilità elettrica supportando gli operatori nella scelta dei punti dove installare le infrastrutture di ricarica, ottimizzando e semplificando il processo attraverso la possibilità di conoscere in anticipo la tipologia di lavori necessari per la connessione alla rete. Con questi obiettivi E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce le reti elettriche di media e bassa tensione, ha lanciato una nuova soluzione a disposizione dei CPO (Charging Point Operator) accessibile comodamente tramite la sezione del sito dedicata. La piattaforma è stata sviluppata insieme ai principali player di servizi di ricarica e a Motus-e, la prima associazione in Italia costituita da operatori industriali per accelerare il cambiamento verso la mobilità elettrica.

“E-Distribuzione – commenta in un comunicato Vincenzo Ranieri, Amministratore Delegato di E-Distribuzione –  è impegnata a favorire la transizione energetica attraverso innovazioni, soluzioni e tecnologie che vanno da reti e contatori intelligenti a sistemi avanzati di supporto al cliente. Con il nuovo simulatore di mobilità elettrica vogliamo andare incontro alle esigenze degli operatori del settore, che possono orientare meglio le proprie scelte, e dell’ambiente, contribuendo ad accelerare l’installazione di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici, necessaria per una rapida diffusione della mobilità a zero emissioni in tutto il Paese”.

Sulla base della potenza indicata e delle coordinate selezionate all’interno di una mappa geografica, il simulatore mostra la tipologia di lavori necessari per installare e connettere alla rete un’infrastruttura di ricarica in bassa tensione. La connessione alla rete è uno dei passaggi fondamentali per i gli operatori, poiché permette di attivare il servizio e renderlo disponibile a chi decide di utilizzare un veicolo elettrico.

Chi intende installare colonnine di ricarica in uno degli oltre 7400 comuni connessi alla rete di E-Distribuzione potrà sapere in anticipo la tipologia di lavori necessari, l’eventuale necessità di modifiche agli impianti e le tempistiche per effettuare le operazioni. Attraverso una procedura semplice e interamente digitale, E-Distribuzione intende così supportare e favorire lo sviluppo di una rete di ricarica che contribuisce a ridisegnare il sistema dei trasporti e la mobilità urbana, in un’ottica di sviluppo sostenibile per il Paese.

-Pubblicità-