Donazzan e apologia fascismo, Villanova (lista Zaia): “condanno gesto ma non operato assessore”

- Pubblicità -

“Non ho nulla di negativo da dire sull’operato da assessore di Elena Donazzan, sempre attenta e presente nel suo settore, ma non posso che condannare quanto accaduto durante la trasmissione ‘La Zanzara’”. Lo afferma in un comunicato il capogruppo della lista Zaia in consiglio regionale ribadendo sostanzialmente quanto già espresso dal governatore leghista stesso. “In ogni caso – aggiunge Villanova –  trovo offensivo per i veneti, che stanno affrontando il dramma dell’emergenza sanitaria, dover constatare come, politici e assessori, che dovrebbero rappresentarli, stanno perdendo tempo intorno a questioni di questo tipo. Fratelli d’Italia ha niente di costruttivo da proporre?”.

Questa la posizione assunta dal Capogruppo di Zaia Presidente a palazzo Ferro Fini, Alberto Villanova. “Mi rivolgo ai consiglieri regionali di Fratelli d’Italia – continua Villanova – A volte, vista la loro attività politica e consiliare, abbiamo il dubbio che non facciano parte della nostra maggioranza, o che lo siano solo a intermittenza. Abbiamo appena votato insieme il bilancio, eppure continuano a presentare richieste di ristori alla regione invece di rivolgersi al Governo. Cosa che solitamente fa la minoranza. Se invece ci sono state decisioni diverse che nel frattempo ci siamo persi, basta saperlo – conclude Alberto Villanova – In un momento drammatico come questo, i cittadini veneti hanno bisogno di concretezza, coerenza e sostegno, non certo di canzonette di un triste passato”.

L’articolo Donazzan e apologia fascismo, Villanova (lista Zaia): “condanno gesto ma non operato assessore” proviene da Parlaveneto.

-Pubblicità-