Direttiva Bolkestein, Bizzotto (Lega): “da Europa ennesimo schiaffo a turismo italiano”

- Pubblicità -

“Anche in tempi di Coronavirus dall’Europa arriva l’ennesimo schiaffo in faccia al comparto turistico italiano: nonostante l’emergenza economica causata dal Covid, l’Europa non ha nessuna intenzione di escludere gli imprenditori balneari dall’applicazione della Direttiva Bolkestein. Una vera e propria vergogna che, nella stagione più nera del turismo, rischia di essere la mazzata definitiva per migliaia di aziende balneari italiane già duramente colpite dalla crisi”.

Lo dichiara in un comunicato l’europarlamentare della Lega Mara Bizzotto dopo la risposta che il Commissario Europeo per il Mercato Interno Thierry Breton ha dato alla sua interrogazione in cui chiedeva “l’esclusione dei balneari dall’applicazione della Direttiva Bolkestein”. “Da anni ci stiamo battendo, in Italia e in Europa, per tutelare il comparto dei balneari, fondamentali per il turismo e l’economia del nostro Paese, che vivono con la spada di Damocle della Bolkestein che pende sulle loro teste – dichiara l’eurodeputata Bizzotto – Per questo, alla luce della gravissima crisi economica scatenata dal Coronavirus e sulla scorta delle giustissime richieste avanzate da tutte le associazioni di balneari e dalle categorie economiche, ho presentato questa interrogazione alla Commissione UE per chiedere formalmente che Bruxelles escludesse i balneari dall’applicazione della Direttiva Bolkestein”.

“Da Bruxelles, invece, è arrivata una risposta assolutamente inaccettabile: non solo non ritengono opportuna una proposta legislativa in tal senso, ma il Commissario UE Breton arriva ad affermare che ‘è nell’interesse del settore stesso rientrare nell’ambito di applicazione della Direttiva’. Insomma, oltre al danno c’è anche la beffa!” continua l’europarlamentare Bizzotto.

“Perché il Commissario Breton e la Von der Leyen non provano a chiedere l’opinione degli imprenditori balneari italiani al riguardo? Perché la Commissione UE, invece di blaterare di Mes e Recovery Fund, non mette mano, a costo zero, ad una Direttiva profondamente sbagliata e penalizzante per il turismo italiano? Purtroppo ancora una volta, di fronte alla richiesta di misure e sostegni concreti, l’Europa offre risposte sbagliate e contro gli interessi del nostro Paese e delle imprese italiane” conclude l’europarlamentare leghista Mara Bizzotto.

L’articolo Direttiva Bolkestein, Bizzotto (Lega): “da Europa ennesimo schiaffo a turismo italiano” proviene da Parlaveneto.

-Pubblicità-