Covid, Figliuolo: “ok a seconda dose vaccino in vacanza se casi particolari”

Figliuolo in Veneto con Zaia
Figliuolo in Veneto con Zaia
- Pubblicità -

“Ho appena firmato la risposta al presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, che per la struttura commissariale va bene, ci organizzeremo, faremo gli opportuni spostamenti logistici delle dosi, e soprattutto dal punto di vista dei flussi informativi, le procedure sono già state limate ora le Regioni le dovranno mettere in pratica” queste le dichiarazioni del generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario all’emergenza Covid-19 rilasciate a 24 Mattino su Radio 24, sulla possibilità di fare le seconde dosi in vacanza.

“Ad oggi sono state somministrate oltre 39 milioni e 300 mila dosi di vaccino: gli italiani che hanno ricevuto la prima dose sono circa 26 milioni, quasi il 48%”. Lo ha sottolineato il commissario straordinario all’emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, ai microfoni di 24 Mattino su Radio 24. “Questo grazie alla grande efficienza raggiunta dalla macchina – ha ricordato il generale – con una media di somministrazioni compresa tra il 90 e il 95% delle dosi consegnate. E’ la bella Italia che quando si mette assieme e fa squadra, vince”.

“Per giugno mi ‘accontento’ di un target di 550/600 mila dosi somministrate al giorno”. Lo ha detto a 24 Mattino su Radio 24 il commissario straordinario all’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo. “Questa settimana il target è di 550 mila somministrazioni al giorno, la prossima contiamo di fare di più – ha spiegato il generale – Il ritmo puo’ essere aumentato? Certamente, ma tutto è subordinato al maggior afflusso di dosi a luglio: sin qui è stato fatto un grande lavoro, con gli attuali 2.661 punti vaccinali cui si aggiungeranno gli oltre 800 punti aziendali e con l’allargamento della platea dei vaccinatori. Siamo su una traiettoria più che positiva”.

-Pubblicità-