Costabile chiede rinvio Covid udienza 24 ottobre: “sono positivo”. Al processo Veneto Banca imputato “unico” è suo difeso Consoli

L'avvocato Ermenegildo Costabile immortalato da volontario con tanto dil mascherina davanti all'ospedale di Milano in fiera, alla cui costruzione ha contribuito
L'avvocato Ermenegildo Costabile immortalato da volontario con tanto dil mascherina davanti all'ospedale di Milano in fiera, alla cui costruzione ha contribuito
- Pubblicità -

Il Coronavirus fa la prima vittima a Vicenza al processo BPVi: il tribunale spegne la stampa… a porte chiuse“: così titolavamo il 27 febbraio scorso sulla decisione di chiudere ai cronisti le porte di un’aula sempre vuota di parti civili e, proprio, di colleghi, primo passo del lungo stop per Covid al processo di Vicenza deciso perché “molti avvocati devono venire da fuori regione e questo non è salutare” sentenziarono Deborah De Stefano, Elena Garbo e Camilla Amedoro, quest’ultima nominata al posto dell’ex presidente Miazzi che si astenne dal processo Banca Popolare di Vicenza, per una presunta incompatibilità.

Correva allora, e corre ancora oggi, l’anno del Signore 2020, anzi l’anno delle “signore”, visto che il collegio giudicante di Zonin & c. è tutto al femminile secondo quella che pare diventata una ricorrenza statistica (stavolta per incrementare la percentuale dell’evento “loro” hanno, però, “dovuto” far dimettere il giudice Miazzi) da quando a sottostare a giudichesse, gip e pm, tutte “rosa”, fu nel 2011 Silvio Berlusconi  per una sorta di legge del contrappasso per un cavaliere, molto amante delle donne, non certo quelle in toga, di sicuro quelle nipoti di Mubarak, meglio ancora se accompagnate da amichette dentiste e in divisa da infermiere.

Usciamo, ma non troppo, dall’apparente divagazione e, proprio mentre tornano alla ribalta le infermiere vere, gli osannati, poi dimenticati e ora di nuovo in auge angeli del Coronavirus, vi riferiamo della richiesta di rinvio dell’udienza del 24 ottobre p.v. anticipataci da Ermenegildo Costabile, il difensore di Vincenzo Consoli, l’imputato “unico” rimasto a subire le cannonate del sistema per il crac (“craccato”?) di Veneto Banca, di certo un “uomo” diabolico, se risulterà colpevole ma anche dotato di super poteri se solo lui, e da solo, avrebbe causato quel flop che, però, per qualche coraggioso (folle?) osservatore dei fatti, profuma, oppure “olet”, fate voi, di Visco, Barbagallo e poteri forti uniti da una santa… Intesa.

Ebbene oggi avevamo interpellato l’avv. Costabile per sapere qualcosa dell’appuntamento fissato per il 24 prossimo al tribunale di Treviso, città nota anche per un altro signore, quello dei ponti Benetton…, per un’udienza “in presenza?!“, urlerebbero, giustamente sgomente, le tre signore del processo BPVi a Vicenza, mentre, che so, il consiglio comunale di quella città, non si riunisce più dal vivo.

Ho deciso di chiedere il rinvio dell’udienza facendo valere il legittimo impedimento, e non per fare l’interesse processuale del mio assistito” ci risponde Costabile, a sorpresa ma non troppo vista la situazione e gli inviti delle autorità a non muoversi se non per casi di assoluta necessità, tanto più che il Veneto ha fatto appena in tempo a rieleggere Zaia, l’eroe anti Covid, prima di tornare in gara per il primato dei contagi tanto più che il rieletto presidente, colpito forse da gelosia mediatica, fa da tempo a meno degli iniziali, buoni consigli di Andrea Crisanti.

“Da quello che ho sentito – ci aggiunge Costabile – è previsto un ammassamento di colleghi quasi paragonabile alle partite di football, con l’aggravante che non sarebbe all’aperto ma al chiuso delle aule di tribunale. Ho l’esperienza di quello che sta succedendo nel tribunale di Milano e ieri sono risultato positivo anche io. In tutta coscienza penso che i colleghi, il giudice, i cancellieri e le forze dell’ordine condivideranno la mia scelta. Questo virus ci sta mettendo a dura prova anche perché ciascuno di noi ritiene che il rischio di contrarlo riguardi gli altri ma non se stesso. Se si continua a pensare così la partita diventerà sempre più difficile“.

Le dichiarazioni del professionista… “positivo” le pubblichiamo con grande evidenza anche perché speriamo di contribuire nel nostro piccolo alla buona riuscita dell’appello nazionale di Giuseppe Conte invitando, di riflesso e nello specifico, tante persone a non ammassarsi nel luogo chiuso e negli spazi antistanti previsti per l’udienza del 24.

Se, poi, il giudice di… Treviso non emulerà le “signore” di Vicenza concedendo un sacrosanto rinvio, beh non lamentatevi, cari lettori, se ci potremmo maliziosamente vedere la posa in opera di un altro tassello dei diversi comportamenti nei confronti di BPVi e Veneto Banca.

E l’avvocato Costabile?

Mi scusi degli errori nei messaggi, ma faccio fatica anche a scrivere e temo di dover essere ricoverato nell’ospedale in fiera a Milano (tanto criticato da Travaglio e domani riaperto...)”-   ci saluta su whatsapp il legale di Consoli che da volontario si è impegnato proprio per la sua costruzione e che davanti alla struttura è stato ritratto (vedi in copertina la foto di aprile)  con tanto di mascherina.


Sei arrivato fin qui?

Se sei qui è chiaro che apprezzi il nostro giornalismo, che, però, richiede tempo e denaro.  I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per la stampa indipendente ma puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per darti moltissime notizie gratis e solo alcune a pagamento. Se vuoi continuare a leggere in futuro i nostri articoli e ad accedere per un anno a tutti i contenuti PREMIUM, al nostro archivio web e cartaceo, alle Newsletter online e a molte iniziative in esclusiva per te puoi farlo al prezzo di un caffè, una birra o una pizza al mese.

Clicca qui e diventa Partner, Amico o Sostenitore 

Opzioni ViPiù Freedom Club
Opzioni ViPiù Freedom Club
-Pubblicità-
Giovanni Coviello
Ho il piacere e l'onore di dirigere queste testate Dopo un'iniziale esperienza come ricercatore volontario universitario (1976-77)e il servizio militare in Marina Militare come ufficiale di complemento (1976-78) ho maturato varie esperienze di vertice, nazionali e internazionali, nel settore delle telecomunicazioni e dell'informatica (1978-1993), ho ricoperto cariche in Confindustria Roma e Apindustria Vicenza, quindi mi sono occupato di marketing e gestione sportiva (volley) anche da vice presidente della Lega di Pallavolo Femminile di serie A, per poi dal concentrarmi dal 2008 sulle edizioni giornalistiche (VicenzaPiù, VicenzaPiu.com e VicenzaPiu.tv). Ho fondato nel 2019 anche Laltravicenza.it, Parlaveneto.it e Bankileaks e dirigo da luglio 2020 la nuova testata nazionale DeepNews.it