Coronavirus, il Comune ha adottato tutte le misure precauzionali nelle diverse sedi

- Pubblicità -

Il direttore generale del Comune di Vicenza Gabriele Verza ha inviato una direttiva a tutti i dirigenti, rideterminando un piano di smart working estensivo, mirato al contenimento del virus, in ottemperanza delle disposizioni emanate con l’ultimo Dpcm.

 

A loro volta i dirigenti, visto l’aggravarsi del contagio a livello generale, hanno dato immediata attuazione soprattutto verso le situazioni di fragilità interna, cercando anche di gestire gli orari di lavoro in maniera flessibile, evitando al massimo gli assembramenti in entrata ed in uscita dai palazzi municipali.

 

Il datore di lavoro Gian Luigi Carrucciu, dopo aver avviato le procedure di verifica tramite termo scanner manuali presenti in tutti gli edifici, utilizzati per dipendenti e utenti, attrezzerà entro breve puntuali rilevazioni della temperatura corporea con impianti fissi in tutti gli ingressi.

 

Questa mattina si è provveduto alla sanificazione di un’area circoscritta di palazzo degli Uffici in piazza Biade, non appena una dipendente assente dallo scorso mercoledì, ha comunicato da casa il riscontro ufficiale della propria positività. Un episodio circoscritto che non ha avuto nessuna ripercussione in altri uffici.

 

“Abbiamo procedure e strumenti idonei – annuncia il sindaco Francesco Rucco – a far fronte a situazioni che inevitabilmente, in una comunità ampia come quella dei dipendenti comunali, sono purtroppo destinate a presentarsi”.

 

Il responsabile della sicurezza, prevenzione e protezione Alberto Cuomo ha fin da subito dato disposizioni a tutto il personale, ed in particolare a coloro che sono più a contatto con gli utenti, di operare sempre con mascherina, fare frequente uso di gel igienizzante per le mani e sanificare costantemente gli ambienti di lavoro.

-Pubblicità-