Commissione parlamentare d’inchiesta su Giustizia, Zanettin (FI) contro nomina Ceccanti e Conte: “due relatori contrari è sabotaggio nostra proposta”

On. Pierantonio Zanettin interviene in aula
On. Pierantonio Zanettin unico vicentino in commissione banche interviene in aula
- Pubblicità -

“I Presidenti delle Commissione riunite prima e seconda di Montecitorio hanno nominato relatori della proposta di legge per la istituzione di una commissione parlamentare di
inchiesta sull’uso politico della Giustizia gli onorevoli Ceccanti
e Conte”. Lo annuncia il deputato vicentino di Forza Italia, capogruppo in Commissione Giustizia, Pierantonio Zanettin, in una nota. Zanettin, anche alla luce dei fatti emersi sulla stampa di recente circa la presenza di un ‘corvo’, insiste nel chiedere una commissione parlamentare d’inchiesta sulla Giustizia, ma alcune forze politiche, sostanzialmente le stesse che sostenevano il Conte II e che adesso sostenogno Draghi, assieme però a Lega e FI, sono contrarie.

“Entrambi i parlamentari, appartenenti ai gruppi del Partito Democratico e di Liberi ed Uguali, si sono gia’ espressi nelle scorse settimane contro tale commissione di inchiesta. Pare evidente l’intento di far abortite la nostra iniziativa. Di fronte ai gravissimi scandali che coinvolgono la magistratura italiana – conclude Zanettin – c’e’ chi continua a fare lo struzzo e guarda altrove. Con queste premesse il cammino verso riforme condivise sulla Giustizia appare sempre piu’ arduo e complicato”.

-Pubblicità-