Cattolica, Ivass: “irregolarità a causa di mancata gestione e controllo della governance aziendale”

Cattolica assicurazioni
Cattolica assicurazioni
- Pubblicità -

Gli accertamenti ispettivi dell’Ivass, Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, su Cattolica, “hanno evidenziato rilevanti irregolarita’ gestionali che trovano origine nelle serie
disfunzioni della complessiva governance aziendale, con un Consiglio che ha mancato di esercitare le proprie prerogative di indirizzo, gestione e controllo”. Lo ha dichiarato, secondo quanto riporta l’Ansa, Stefano De Polis, segretario generale dell’Ivass, in audizione
di fronte alla commissione d’inchiesta sul sistema bancario, parlando degli esiti dell’ispezione dell’authority sulla compagnia.

Per quanto riguarda gli investimenti in partecipazioni e immobiliari, ha sottolineato il dirigente, “il processo decisionale ha privilegiato esigenze relazionali e di visibilita’ sul territorio, ponendo in secondo piano la convenienza economica e i rischi legati alle singole operazioni oggetto di delibera. Inadeguato – ha detto ancora De Polis – e’ risultato il ruolo
svolto dal presidente del consiglio di amministrazione”, Paolo Bedoni. Come noto, alla luce delle risultanze dell’ispezione, l’Ivass ha chiesto “la definizione di un incisivo piano di rimedio delle carenze emerse e un pressoche’ totale rinnovo del consiglio di
amministrazione”.

-Pubblicità-